Header Ads Widget

Quando conta, l'Use Computer Gross non c'è

La All Food vince il derby al Pala Sammontana. Dopo essere stata tre tempini avanti, nell'ultimo un parziale di 2-17 indirizza la gara verso Firenze che fa valere la sua esperienza. Sabato arriva Pavia
Vince Firenze, vince la sua maggiore freddezza nei momenti decisivi, vince il suo maggior tasso di esperienza che, in una gara così tirata fino in fondo, finisce per essere il fattore determinante. Nel guardare il 66-72 finale, l’Use Computer Gross non può comunque che recriminare non tanto per il finale nel quale si spegne la luce (2-17 il parziale dell’ultima frazione) quanto per alcune piccole situazioni che, durante tutta la gara, pesano al punto di essere poi decisive o quasi: qualche libero di troppo sbagliato, falli ingenui, alcune palle perse evitabili e, soprattutto, tiri importanti magari anche ben costruiti ma puntualmente sbagliati. E’ comunque importante dire che, se nessuno si era esaltato o illuso dopo il successo show contro Piombino, nessuno si deve abbattere più di tanto ora che siamo alla seconda sconfitta consecutiva. Questa è una squadra che lotta e che, nonostante il ko, continua a dare la sensazione di un gruppo unito. La gara dei tanti ex (De Leone e Berti nell’Use, Di Pizzo nella All Food Enic) inizia con un 7-0 a firma Digno-De Leone. Passoni sblocca i suoi e Guerra commette il secondo fallo. Con Restelli e Sesoldi i biancorossi trovano quei 6 punti di vantaggio che terranno fino al 30’, senza mai far rientrare i rivali ma anche senza trovare mai la zampata decisiva nonostante le occasioni non manchino. Al 10’ siamo 20-14, e si riparte con la tripla di Sesoldi del 23-14. Falaschi ha un impatto importante sulla partita e Firenze resta a distanza, pur senza mai dare la sensazione di essere battuta. Al riposo si va sul 37-33 e si riparte con un botta e risposta dalla lunga di Restelli e Staffieri. Berti dalla lunetta tocca il 48-38 (11-5 di parziale) e nel finale la All Food si riavvicina ma, nonostante abbia un paio di possessi buoni per impattare, non riesce mai a farlo. Nel finale, poi, un episodio che scuote la gara. Dopo una rimessa discussa, la panchina ospite dice qualcosa di troppo, tanto che scatta il secondo tecnico e l’espulsione di coach Venucci. Falaschi segna il 53-47 che manda le squadre all’ultimo riposo e l’Use tornerà a segnare dal campo dopo 8 minuti del tempino finale. La frazione che decide il derby inizia infatti con un parziale di 2-17 (Castelli, Di Pizzo e Passoni sempre a segno) e l’unica reazione dei padroni di casa è nervosa, quando ormai la gara è scivolata via dalle mani. L’ultimo sussulto è una tripla di Restelli per il 59-64, ma subito dopo Castelli vola in contropiede ed appoggia il 61-70. Ancora tripla di Falaschi per il 67-70 ma a quel punto resta solo il fallo sistematico e Firenze non si lascia sfuggire l’occasione di mettere in cascina i primi due punti vincendo 66-72. E sabato ancora un match interno, stavolta con Pavia.
66-72
USE COMPUTER GROSS Berti 7, Sesoldi 5, Guerra 4, Balducci, Falaschi 15, Digno 16, Calugi ne, Antonini 3, De Leone 8, Restelli 8. All. Corbinelli (ass. Puschi/Cappa)
ALL FOOD ENIC FIRENZE Castelli 15, Marotta 6, Di Pizzo 16, Passoni 16, Poltroneri 10, Iannicelli ne, Staffieri 6, Corradossi ne, Pavicevic ne, Merlo 3, Neri ne, Pracchia ne. All. Venucci (ass. Salvetti/-Miniati)
Arbitri: Zancolo di Casarsa della delizia e Frigo di Montagnana
Parziali: 20-14, 37-33 (17-19), 53-47 (16-14), 66-72 (13-25)
Le statistiche della partita: https://www.legapallacanestro.com/wp/match/ita3_a_1563/ita3_a/x2122

USE Basket

USE Basket

Posta un commento

0 Commenti