Header Ads

CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA – PRATO DRAGONS 94 – 63


Importante e netta vittoria della Cantini Lorano srl Olimpia Legnaia ai danni della Pallacanestro Parto: 94-63. Con questo successo i gialloblu portano il loro record stagionale a 5 vittorie 2 sconfitte. Un ottimo inizio di stagione.
SERIE C GOLD TOSCANA – 7ª GIORNATA SABATO 13 NOVEMBRE @ PALAFILARETE
OLIMPIA LEGNAIA – PRATO 94-63
(27-18, 48-39, 78-53, 94-63)
CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA Gobbato 15, Nikoci 13, Del Secco 12, Scampone 10, Guzzon 8, Catalano 13, Baldinotti 9, Susini 8, Andrei 4, Mpeck 2, Padoin, Carli. All. Zanardo Ass. Armellini e Soldaini
SIBE PRATO Magni 16, Staino 10, Danesi 10, Smecca 10, Navicelli 2, Pittoni 6, Marini 4, Vannini 3, Pacini 2, Manfredini Sisostri, Magni, Saccenti, Zardo. All. Pinelli Ass. Gabbiani
Arbitri: Barbanti di Livorno e Piram di Campiglia Marittima (LI)
Inizio sprint dell’Olimpia Legnaia che si porta subito avanti di 8 punti. Bisogna aspettare 6’15” alla fine del primo quarto per vedere il primi canestro degli ospiti. Lo realizza Smecca portando il risultato sull’8-2. Ritmi alti e difese sotto stress portano entrambe le due squadre ad esaurire il bonus a metà quarto. Legnaia ha il merito di essere più precisa al tiro. Notevole, fin dai primi minuti anche il contributo di Nikoci sotto canestro. Secondo quarto che si apre con Baldinotti protagonista: bel canestro dall’angolo e punteggio sul 29-18. Prato in questa fase gioca bene, ma sbaglia molto al tiro. Chi non sbaglia è Susini; suo il canestro del 37-25 con cui supera agevolmente la difesa a zona dei pratesi. Legnaia gestisce il vantaggio, ma non riesca a staccare Prato, merito anche di Staino, le cui incursioni in area creano più di un problema ai gialloblu. Si va al riposo lungo sul 48-39. Legnaia inizia alla grande il terzo quarto. Il solito Del Secco sfrutta al meglio il rimbalzo in attacco e porta subito il risultato sul 50-38. Poi è Scampone a colpire dalla lunga distanza: 58-39 a 7’12” e, con 19 punti di vantaggio, la partita ha preso ormai una direzione ben precisa. Quando inizia il quarto quarto, il tabellone mostra il risultato di 78-53. Il risultato non è in dubbio, ma Prato ha il merito di lottare su ogni pallone. L’ingresso di Manfredini Sisostri regala energia ai pratesi, ma sono sempre Scampone e Nikoci a fare la differenza, rispettivamente in fase di regia e sotto il tabellone. Tanti contropiedi, tante azioni forzate, da una parte e dall’altra, con la differenza che, al tiro, Legnaia è sempre più precisa di Prato e nel basket le percentuali al tiro fanno la differenza. Vittoria gialloblu importante e strameritata.

Olimpia Legnaia Basket Firenze

Nessun commento

Powered by Blogger.