Header Ads Widget

Il Bama sale sull'ottovolante a Campi Bisenzio. Finisce 71-78


CAMPI BISENZIO 71
BAMA ALTOPASCIO 78
(18-26; 31-48; 47-58; 71-78)
Arbitri: Rossetti e Biancalana
CAMPI BISENZIO: Yerandi 11, Petri 11, Torres 19, Corsi 4, Corti 10, Vignozzi 9, Dionisi 4, Ionta 3, Municchi, Madera, Contamigli, Acciaioli. All. Bonetti
BAMA: Creati Filippo 16, Pellegrini 10, Bini Enabulele 8, Salazar 20, Arrabito 9, Ponzo, Del Frate 3, Doveri 8, Creati M. 4, Chiarugi n.e. All. Giuntoli
Che dire. Espugnare un campo difficile come la Campi Arena, contro un avversario che inseguiva a due punti in classifica, già di per sé non rappresenta il cosiddetto "pizza e fichi". Farlo con Chiarugi in panchina solo per fare il tifo, il duo Lorenzi-Pinzani a sgolarsi in tribuna, con inoltre la ciliegina della ricaduta sulla caviglia infortunata da parte di Doveri nell'allenamento di rifinitura, si può riassumere con un solo termine: attributi. Una vittoria da otto volante, come otto sono le vittorie consecutive dei rosablu. Due punti sofferti nel finale, quando la spia della riserva si é fatta color rosso vermiglio, dopo che per due quarti il Bama ha letteralmente spiegato basket. Pronti via ed é subito 17 a 8 per i rosablu, grazie alle percussioni di Creati, un appoggio di Pellegrini, un canestro dalla spazzatura di Bini Enabulele e due triple dalla provincia di Pistoia di Salazar. Campi Bisenzio fatica molto a far circolare la palla grazie alla buona, anzi ottima, pressione sugli esterni. 26-18 per i rosablu al primo fischio. Nonostante Salazar e Bini Enabulele già con due falli a carico gli altopascesi giocano un secondo quarto di altissimo livello, segnando in modo corale ed aiutandosi in difesa. Campi Bisenzio rimane a galla con Torres e Petri ma il +17 (31-48) all'intervallo lungo non ha bisogno di commenti. Ripresa e arriva il calo del Bama, allenatosi in pochissimi in settimana. Calo del resto già preventivato dallo staff tecnico. Campi Bisenzio si affida alla mano calda di Torres che, coadiuvato da Corti, porta i suoi sul -9. Doveri piazza due triple che valgono oro, a rinforzare un gancio di Arrabito. Torres non ci sta (46-55) ma é Del Frate dall'arco a ricacciare gli avversari in doppia cifra di gap al terzo fischio (46-58). Inizia un'ultima frazione di pura sofferenza. La lucidità per i rosablu va a farsi benedire. Campi Bisenzio allunga la difesa tentando il tutto per tutto. Il Bama soffre tremendamente. Ci sono palloni persi in serie per evidente debito di ossigeno, con il book offensivo riposto in un cassetto. La Giuntoli Band si aggrappa al match con le unghie e con i denti ma quando Vignozzi dall'arco porta i suoi sul -3 (67-70) a 2'45'' dal termine c'é aria sinistra alla Campi Arena. Filippo Creati (un solo allenamento per lui in settimana) perde un pallone sanguinoso a centrocampo, Vignozzi vola in contropiede per il -1 ma lo stesso Creati attinge alle ultime energie volando per la stoppata. Ribaltamento e Salazar nei pressi del ferro pennella per il +5 (67-72). Vedete come é il basket, direbbe il compianto Aldo Giordani. Si prosegue, Campi sbaglia in attacco, Pellegrini e Bini Enabulele sono "smart" a rimbalzo offensivo ma convertono solo un libero a testa (69-74). Ormai il Bama, stremato, non difende più. Ionta, perso in difesa, viene mandato in lunetta ma dà luogo a uno 0 su 2 che suona come un de profundis per i gialloneri. Inizia il fallo sistematico ma Pellegrini é freddo come un'alba a Rovaniemi: 4 su 4 ai liberi, match in freezer. Nuovo tripudio rosablu. Domenica arriva la capolista Mens Sana Siena (stessi punti del Bama ma con una partita in meno) al PalaBridge. Ci sarà da divertirsi.

Bama NBA Altopascio

Posta un commento

0 Commenti