Header Ads Widget

L’impresa sfuma nel finale a Vigevano


E’ attraverso queste prestazioni che la Pielle, durante la sua lunga storia, ha fatto innamorare un popolo. Ovviamente meglio se fossero arrivati anche i due punti, ma questa UNICUSANO PIELLE LIVORNO ha dimostrato ancora una volta di avere grandissimi attributi, peraltro sul campo più caldo del girone A della Serie B Old Wild West. Al termine di 40 minuti incandescenti, i ragazzi a disposizione di coach Andrea Da Prato (orfano di Pederzini, Iardella, Lenti e Tempestini) si sono dovuti arrendere ad una Elachem priva di Giorgi, ma sicuramente più lunga e lucida nel finale. L’avvio è tutto di marca biancoazzurra, con la Pielle precisa in attacco, dura in difesa e spinta dai 30 tifosi accorsi in Lombardia. La reazione di Vigevano non tarda troppo e la seconda frazione è preda degli uomini di Piazza (26-24 all’intervallo lungo), bravi a prendere pure 8 lunghezze di vantaggio nel terzo quarto (34-26). La Unicusano, tuttavia, non si scompone, impatta e un minuto dalla fine riesce a mettere addirittura il naso avanti con una zingarata di Drocker (51-52). Peroni dall’altra parte è di ghiaccio (tripla del 54-52) e la roulette dei liberi, infine, premia la Elachem.
Elachem Vigevano-UNICUSANO PIELLE LIVORNO: 59-54
ELACHEM: Mercante 9, Ferri, Gatti 15, Procacci 12, Peroni 13, Spaccasassi ne, Tagliavini ne, Rossi 5, Radchenko 5, Kahnt ne, Rosa. All. Piazza.
UNICUSANO: Fin 4, Tempestini ne, Lemmi 11, Paoli, Nannipieri, Di Sacco 4, Pistolesi ne, Salvadori 11, Campori 16, Drocker 8. All. Da Prato.
Arbitri: Zuccolo di Pordenone e Bragagnolo di Codroipo
Parziali: 7-18, 19-6, 14-12, 19-18

Pielle Livorno

Posta un commento

0 Commenti