Header Ads Widget

Per l'Use Computer Gross San Miniato è ancora tabù


La squadra biancorossa ancora sconfitta al Pala Fontevivo. Una gara che i pisani dell'ex coach Marchini comandano sin dall'inizio. Polemiche per alcuni fischi arbitrali, espulso nel finale Sesoldi
Il Pala Fontevivo è ancora tabù. Anche quest'anno l'Use Computer Gross torna sconfitta dal derby di San Miniato che l'Etrusca dell'ex coach Alessio Marchini vince 79-67. Una sconfitta che ci sta tutta, visto che i padroni di casa, con le solite armi dell'intensità difensiva e del ritmo, partono forte e restano sempre avanti nel punteggio anche con ampi margini. I biancorossi, che si lamentano anche per alcuni fischi arbitrali, provano a giocare la loro partita e lottano come sempre, ma non riescono di fatto mai a mettere in discussione l'esito della partita. Lorenzetti inaugura il derby con un appoggio da sotto e poco dopo Candotto mette la tripla, prima della replica di Digno ancora dalla lunga. San Miniato allunga sul 9-3 ma due bombe di Restelli ed Antonini riequilibrano una gara dai ritmi subito alti. La squadra di Marchini alza l'intensità difensiva e riallunga fino al 19-11 obbligando Corbinelli al timeout che però non sortisce effetto visto che alla ripresa Mastrangelo appoggia il 21-11 e Tozzi dalla lunetta il 23-11. Digno torna a segnare ed al 10' siamo 25-13 col canestro di Benites. La tripla di Bellachioma riapre le ostilità e poco dopo Caversazio schiaccia il 30-13. Falaschi mette un libero ma sull'ennesimo recupero di San Miniato arriva il più 20 (34-14) e l'inevitabile timeout. Finalmente con Restelli dalla lunga arriva un canestro, anche se subito dopo lo stesso commette in attacco il terzo fallo. L'Use, comunque, pare giocare meglio di quanto fatto fino a quel momento tanto che stavolta è coach Marchini a fermare il gioco. Una gran penetrazione di Sesoldi è il 34-23, con un parziale di 0-9 che conferma la sensazione positiva. Il gioco da 3 punti di Guerra è il 36-26 e subito dopo De Leone dalla lunetta mette il libero del 36-27, prima che le squadre vadano al riposo sul 46-33. Un elegante arresto e tiro di Guerra inaugura la ripresa del gioco e subito dopo lo stesso play mette due liberi dopo una penetrazione: 46-37. Il problema è che, sull'azione successiva, il play commette il quarto fallo e deve così sedersi in panchina. E' una fase concitata con qualche fischio discusso (un antisportivo a dir poco dubbio e due tecnici all'Use), San Miniato comunque riallunga fino al 59-37 ed al 30' siamo 62-45. Mastrangelo appoggia al ferro il 62-47 e, poco dopo, Sesoldi viene espulso e Tozzi fa 4/4 dalla lunetta per il 70-47. Su una tripla di Berti ed un canestro dalla media di Falaschi coach Marchini va in timeout. Balducci mette la tripla del 74-56 ma ormai la gara è indirizzata e San Miniato la porta a casa fino al 79-67.
79-67
LA PATRIE ETRUSCA SAN MINIATO Tozzi 15, Mastrangelo 20, Bellachioma 6, Benires 7, Lorenzetti 8, Caversazio 8, Ciano ne, Ermelani ne, Candotto 3, Quartuccio 3, Scomparin ne, Capozio 9. All. Marchini
USE COMPUTER GROSS Balducci 5, Guerra 15, Falaschi 3, De Leone 15, Calugi, Sesoldi 5, restelli 6, Digno 5, Antonini 8, Berti 5. All. Corbinelli (ass. Puschi/Cappa)
Arbitri: Giordano di Gela e Licari di Marsala
Parziali: 25-13, 46-33 (21-20), 62-45 (16-12), 79-67 (17-22)
Le statistiche della partita: https://netcasting3.webpont.com/?ita3_a_1618

USE Basket

Posta un commento

0 Commenti