Header Ads

Sky Walkers sconfitti al supplementare 96-86 dopo una partita incredibile!


I Lucca Sky Walkers tornano a giocare una partita ufficiale a distanza di 19 mesi dall’ultima volta, e dopo una partita davvero meravigliosa cedono al supplementare per 96 a 86 contro un’ottima Donoratico. Le premesse della vigilia sono state tutte ampiamente rispettate. Ci si aspettava una partita giocata a ritmi altissimi e così è stato. Di fronte due squadre giovani, coraggiose, generose e sfrontate, qualità e fantasia sono ampiamente distribuite da entrambe le parti. Ne viene fuori una gara divertente e imprevedibile fatta di parziali e controparziali, montagne russe tecniche ed emotive. Come una squadra prova a scappare, l’altra ricuce immediatamente lo strappo, chi tenta la fuga viene inevitabilmente riacciuffato. Né gli Sky Walkers né tantomeno i padroni di casa vogliono saperne di darla su all’avversario e l’overtime, agguantato sulla sirena con un capolavoro del solito Landucci, è la naturale conseguenza di una partita troppo bella per durare solo 40 minuti. Una partita del genere, così per come si è andata ad articolare nel suo svolgimento avrebbe bisogno di un racconto dettagliato, puntale delle varie fasi di gioco ma l’emozione del ritorno in campo, l’adrenalina pompata in dosi elevate nelle vene e la rapidità con cui si sono susseguiti i vari momenti salienti dell’incontro non rende facile un riassunto meritevole. Andando per punti ci viene per prima cosa di fare i complimenti sinceri a Donoratico, e al suo coach Prescendi, per aver vinto una partita gagliarda e soprattutto aver saputo dare la zampata giusta nel momento chiave. I Gialloblu sono squadra vera, talentuosa, ben allenata e completa in tutti i ruoli. Sicuramente punteranno in alto in questo campionato e proprio per questo una sconfitta del genere, maturata solo nel finale, se da una parte rende un’idea dell’ottima prova dei ragazzi di Merciadri, dall’altra brucia particolarmente proprio perché arrivata contro una squadra che potrebbe contendere posizioni ambite nel finale di stagione. Una vittoria ieri, per di più in trasferta, avrebbe avuto un valore incredibile. Il dolce amaro rimane in bocca anche per il dispiacere di non aver potuto giocare per quasi metà partita senza playmaker e, soprattutto nel supplementare, quando ce ne sarebbe stato estremante bisogno. Dei 4 “portatori di palla” del gruppo infatti, Celli era a casa infortunato, Cattani ha avuto da subito problemi di falli su fischi decisamente dubbi e ha dovuto lasciare il campo a inizio 4° quarto, Galli (2004) era alla sua prima partita con i senior e arrivava a Donoratico con un forte dolore al piede e, apoteosi della sfiga, Simonetti si è seriamente scavigliato nel riscaldamento. Filippo, anche lui alla sua prima esperienza con i granata ha stretto i denti e ha giocato fasciato e seriamente limitato fisicamente, anche lui è poi uscito per falli al 35esimo minuto. Per il resto cosa dire di questi Sky Walkers? Una squadra nuova, rinnovata in 10/16esimi rispetto a quella che due anni fa aveva scalato la vetta della Promozione e puntava dritta ai playoff. Nonostante questo lo spirito del Progetto sembra essere identico. Landucci è il solito incredibile trascinatore tecnico della squadra: a lui e ai suoi canestri si sono aggrappati i lucchesi. I due fratelli Sodini, e Cattani, fino a che ha potuto giocare, hanno trasmesso la giusta energia e il giusto spirito al gruppo. Menzioni particolari per Niccolò Crippa, figlio d’arte e talentuoso esterno, che ha giocato una gara importante e che con un po’ più di consapevolezza nei proprio mezzi potrebbe diventare una delle migliori guardie in circolazione, e Lorenzo Losco, che dopo oltre 3 anni di inattività, è sceso sul parquet con un’energia incredibile, dando un ottimo apporto sia in attacco che in difesa. A tutti loro poi un plauso particolare va a Carlo Alberto Petri, autore di una gara meravigliosa. CAP ha giocato con coraggio, solidità e una generosità estrema. Per merito suo gli Sky Walkers sono usciti due volte da secche pericolose e hanno cambiato passo. Finché è riuscito a dire la sua fisicamente è stato il fattore più importante del gruppo insieme a Landucci per Sodini e compagni. Proprio per l’impegno, l’umiltà e lo spirito di abnegazione che mostra in palestra da quando è sbarcato sul pianeta Walkers, una gara del genere è la giusta ricompensa per un ragazzo fantastico che sarà protagonista in ogni caso di questa stagione. Adesso, tolta la polvere, andata in archivio la prima partita si gira pagina e si guarda avanti a Mercoledì 10 di novembre quando torneremo finalmente a casa al PalaPaladini di San Concordio dove affronteremo la Dinamo Rosignano. Obbiettivo per coach Merciadri svuotare quanto prima l’infermeria e recuperare tutti i suoi ragazzi. Una partita del genere deve dare consapevolezza e fiducia e la sconfitta può servire per motivare ulteriormente un gruppo che in questi due mesi sta spingendo al massimo ma ha ancora enormi margini di miglioramento e crescita. Sotto con il lavoro e in bocca lupo ragazzi! Oggi più che mai forza Sky Walkers… … e ben tornati! Finalmente.
Dispensa di Campagna Donoratico – Lucca Sky Walkers: 96-86 (d.1.t.s)
14/15 ; 22/24 ; 20/17 ; 23/23 ; 17/07
14/15 ; 36/39 ; 56/56 ; 79/79 ; 96/86
Dispensa di Campagna Donoratico: Giannetti 22, Guglielmi 4, Gennai ne, Favilli 14, Tinti 9, Biagi, Diop 3, Batistini 20, Pio 2, Creatini 3, Partigiani 6, Giannini 13. All. Prescendi.
SKY WALKERS: Cattani 5, Landucci 25, Paroli 2, Sodini R 8, Sodini D. 6, Crippa 11, Simonetti 8, Gianni 2, Losco 8, Giovannetti, Galli, Petri 11. All. Merciadri, ass. Belli

Lucca Sky Walkers

Nessun commento

Powered by Blogger.