Header Ads

Vittoria scacciacrisi per il Basket Golfo a Legnano


Finalmente Piombino si sblocca mettendo in mostra tutto il suo potenziale offensivo
Non ci volevamo credere ed oggi è arrivata la conferma, i gialloblu non sono scomparsi, ci sono ancora e tornano a segnare e vincere. Fa particolarmente piacere la prestazione di capitan Bianchi, che non ha mai lesinato l’impegno, anche nell’ultima gara era arrivato sfinito alla sirena finale, ma che aveva smarrito la via del canestro. Bianchi che festeggia il suo ritorno al canestro, con il suo best score da quando è Piombino, 24 punti, con una prestazione complessiva sontuosa, 5 su 5 da due, 3 su 5 da tre e 5 su 5 ai liberi, 3 recuperate e 29 di valutazione. Chapeau anche per Venucci, finalmente determinante, come lo è quasi sempre stato in carriera, 23 punti, 2 su 3 da due con 4 su 6 da tre 7 su 8 ai liberi, 5 rimbalzi e 2 assist. A completare un terzetto sopra il ventello, un Paolin in gran forma, 22 punti, con 7 su 8 da due, facendo impazzire il difensore di turno, con le sue penetrazioni, con anche 7 rimbalzi, 8 falli subiti e 5 assist. Ma quasi tutta la squadra ha reso al meglio, come il Tognacci di inizio gara che, con la fiducia data da Friso, che lo mette in quintetto e lo tiene in campo per moltissimi minuti, piazza spesso il suo arresto e tiro dalla media e Mazzantini che, al rientro dall’infortunio alla caviglia, mette la consueta energia in campo. Prestazione offensive super, forse anche sopra le aspettative di inizio stagione, col 68% da due e col 48% da tre. Sulla difesa invece c’è da lavorare ancora molto, anche stasera i gialloblu hanno sofferto troppo e concesso troppe seconde occasioni ai lombardi, con 17 rimbalzi offensivi, pagati spesso con il canestro degli avversari. La cronaca ci racconta di un ottima partenza dei gialloblu, con un 7 a 2 firmato da un doppio Paolin, con penetrazione e arresto e tiro dalla media e con Venucci dalla distanza. Legnano, trascinata dal suo leader Marino, si riporta in parità, ma nel finale di quarto, doppio Tognacci con arresto e tiro dalla media e poi colpendo anche dalla distanza, porta al massimo vantaggio sul più 9, 17 a 26. Solo un errore in ripartenza di un Mazzantini, dopo che aveva appena stoppato Cepic, consente ai locali di accorciare sul 19 a 26. L’avvio di secondo, è di marca legnanese e Marino con un 3 più 1 riporta in parità i suoi al minuto 13. Ma dopo un botta e risposta da tre, Venucci, Casini, Bianchi, Cepic, il Golfo perde qualche pallone di troppo, saranno 11 a metà gara e un paio di volte va a meno 5, nel finale di quarto un bel canestro di Bianchi, riporta Piombino a meno 3, sul 45 a 42. Un avvio di terzo favorevole ai gialloblu, porta al sorpasso , ma dalla distanza, il bomber che non ti aspetti, il lungo Cepic e Marino, frustrano il tentativo di allungo dei piombinesi, riportando a più 4 i locali. Marino ispiratissimo ne mette altre due consecutive, Terenzi per due volte si prende canestro e fallo, ma Piombino è si mantiene però sempre in scia. Allo scadere, la cosa più bella della partita, sulla difesa forte di Legnano e il tempo che va a esaurirsi, Venucci in giravolta volante da grande distanza, mette la bomba del più uno Golfo, 66 a 67 all’ultimo riposo. All’inizio del quarto finale, Piombino prova a mettere in campo il massimo sforzo difensivo, sforzo che paga in termini di palle recuperate e rimbalzi difensivi, in attacco ci pensano Paolin e capitan Bianchi, oramai on fire, a capitalizzare il lavoro difensivo, portano i gialloblu sul più 10 a 5’ dal termine. Legnano non vuole mollare e piazza un paio di bombe, che la riportano a meno 7, ma Piombino ha fame di vittoria e a nulla vale il pressing a tutto campo ordinato da coach Eliantonio, Bianchi inarrestabile, replica colpo su colpo ai canestri avversari, 15 i suoi punti nel quarto finale e trascina i suoi alla vittoria. Missione compiuta, corazzata Legnano colpita e affondata!!! Soddisfatto coach Friso, che sottolinea come ci volesse una prestazione e un risultato così per il morale della squadra, contro una avversaria forte e dopo una vera lotta, anche dal punto di vista fisico.
3G Electronics Legnano - Solbat Piombino 90-99 (19-26, 26-16, 21-25, 24-32)
3G Electronics Legnano: Tommaso Marino 24 (5/9, 4/9), Diego Terenzi 22 (6/10, 2/10), Janko Cepic 15 (3/9, 3/6), Juan marcos Casini 10 (2/2, 2/5), Giacomo Leardini 9 (3/8, 1/3), Manuele Solaroli 8 (2/5, 1/2), Alessandro Ferrario 2 (1/1, 0/0), Edoardo Roveda 0 (0/1, 0/0), Leonardo Ferrario 0 (0/0, 0/0), Paolo Pisoni 0 (0/0, 0/0), Matteo Bassani 0 (0/0, 0/0), Marco Dell'acqua 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 8 - Rimbalzi: 30 13 + 17 (Giacomo Leardini 8) - Assist: 12 (Tommaso Marino 5)
Solbat Piombino: Camillo Bianchi 24 (5/5, 3/5), Mattia Venucci 23 (2/3, 4/6), Francesco Paolin 22 (7/8, 1/3), Federico Tognacci 11 (4/7, 1/3), Giacomo Eliantonio 10 (5/10, 0/2), Saverio Mazzantini 7 (2/4, 1/1), Niccolò Pistolesi 2 (1/1, 0/1), Edoardo Persico 0 (0/0, 0/0), Mattia Riccardi 0 (0/0, 0/0), Giovanni Mezzacapo 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 21 - Rimbalzi: 37 6 + 31 (Francesco Paolin, Giacomo Eliantonio, Saverio Mazzantini 7) - Assist: 21 (Francesco Paolin, Giacomo Eliantonio 5)

di Stefanini Stefano

Nessun commento

Powered by Blogger.