Header Ads Widget

Gema, solo un quarto di sofferenza con la Virtus Siena,poi dilaga: 90-67


GEMA, TUTTO FACILE A MONSUMMANO CON LA VIRTUS SIENA (90-67): DOPO DIECI MINUTI DIFFICILI, LA FUGA BUONA ARRIVA NEL SECONDO QUARTO
(18-24, 54-38, 76-53)
Gema Montecatini: Marengo 7, Bruni 15, Zampa ne, Molteni 15, Lai, Spagnolli 4, Konate 5, Neri 13, Rasio 20, Leone, Cei, Ghiarè 11. All. Del Re
Virtus Siena: Bartoletti 6, Nepi 16, Braccagni 4, Olleia 13, Bruno 11, Cannoni, Avdiu, Bianchi 3, Calvellini, Lenardon 6, Zambonin 4, Costantini 4. All. Spinello
Arbitri: Landi e Nocchi
MONSUMMANO TERME. E una Gema a tratti simile a un rullo compressore quella che nel secondo e terzo quarto ha messo in chiaro il discorso vittoria contro una Virtus Siena partita sicuramente meglio nei primi dieci minuti. Alla fine è arrivata una nettissima vittoria, per 90-67, la nona consecutiva in campionato, che conferma il primo posto in una serata non facile, con la sfida casalinga giocata sul "neutro" di Monsummano, il pala Gianluca Cardelli, dedicato alla memoria del figlio del presidente del Montecatiniterme Basketball, Giampiero. Gema freddina all'inizio con quattro palle perse nei primi cinque attacchi e poi capace di tentare la prima fuga con le triple di Ghiarè e Molteni: sul 13-10 c'è la prima timida fuga ma negli ultimi tre minuti del quarto, Siena si rianima con l'ottimo Nepi e grazie ai punti di Olleia, a Bruno, sotto canestro, e alla tripla del neo entrato Lenardon, chiude avanti 18-24. La Gema capisce di dover difendere meglio e nei primi quattro minuti del secondo quarto non concede nulla: in più Bruni si carica letteralmente sulle spalle la squadra, mettendo a segno punti (13 dei 15 complessivi) e confezionando assist preziosi: assist per Rasio, tripla di Neri, ancora tripla di Bruni per il 17-0 che di fatto decide il match. Gli uomini di Del Re annichiliscono i senesi con un 25-3 di parziale più ampio (in 5’). Rasio ne beneficia appoggiando a canestro punti pesanti assieme a Neri. Il break è di quelli letali, Gema vola oltre i 50 punti segnati e chiude all'intervallo sul 54-38 solo grazie alle giocate di Nepi. Botta e risposta fra Rasio e Braccagni al rientro dagli spogliatoi, prima che “Ponti” metta in scena il suo show personale che spinge Gema addirittura fino al +19. La schiacciata di Rasio unita al 4/4 dalla lunetta di Molteni e alla giocata di Marengo vale il massimo vantaggio termale (+23) a fine terzo quarto, mentre Del Re si prende il lusso di lasciare a sedere per tutto il quarto, e lo farà anche nell'ultimo, il devastante Bruni. Siena prova a tenere botta ma le triple di Nieri e Ghiarè in avvio di quarta frazione fanno capire che la serata è ormai decisa: coach Del Re concede minuti di fiato anche alla "cantera" argentina, Marengo-Rasio, in vista del turno infrasettimanale di Quarrata di mercoledì alle 18. Finisce 90-67 e Gema vola a 18 punti in classifica.

Matteo Baccellini
Resp. Comunicazione - Gema Montecatini

Posta un commento

0 Commenti