Header Ads Widget

Contro Empoli vietato sbagliare


Forse ultimo bivio possibile per imboccare la strada dei playoff
Sfida oramai classica quella fra Basket Golfo Piombino e USE Empoli, avversaria storicamente difficile, ma se fuori casa Piombino non è mai riuscito a batterla, in casa il successo ha quasi sempre arriso ai gialloblu, che hanno vinto le ultime quattro sfide giocate al Palatenda. Ma se spesso e volentieri è stata una sfida fra squadre in zona playoff, in questo momento è più uno scontro salvezza che altro. Entrambe a 10 punti e con una partita da recuperare, sono, ad oggi, in piena zona rischio. Entrambe reduci dalle sconfitte contro San Giorgio, con Empoli che ne ha subite cinque nelle ultime sei partite e poco meglio il Golfo, con quattro. I fiorentini nell’ultimo match, hanno dovuto fare a meno di Sesoldi e nello stesso settore di campo, hanno perso Falaschi, che insieme a Calugi, è andato a Montale in C gold. Per rimpiazzare Falaschi, la società empolese ha prelevato Lorenzo Torrigiani, ala centro di 202cm per 95kg classe 2002 da Montegranaro, dove alla sua prima esperienza in B, trovava poco spazio, solo 8’ di media. Il Golfo ancora alle prese con gli strascichi del covid, che hanno fatto rinviare il derby contro Cecina, si è allenato anche in questa settimana sempre a ranghi ridotti, per alcune positività ancora presenti nel gruppo squadra, ma deve forzatamente far vedere un'altra faccia e progressi rispetto alle prove contro Alba e San Giorgio. A dare l’esempio è arrivata la prova di orgoglio di una Omegna, che nonostante stop per covid e e molti assenti, è riuscita con grande orgoglio a vincere una partita, che sembrava già persa, contro Varese, quindi adesso è l’ora di reagire con qualunque mezzo, Omegna docet. La partita con Empoli potrebbe davvero essere uno spartiacque, fra inseguire le ultime piazze playoff, ancora li a soli due punti, o precipitare in zona playout, oltretutto con molti scontri diretti sfavorevoli. Un match da vincere assolutamente e possibilmente cercando di ribaltare il meno 12 dell’andata, perché comunque Empoli rimarrebbe a ridosso in caso di sconfitta e memori dell’eliminazione dai playoff nella passata stagione per questione di pochi canestri, i gialloblu dovranno tenere di conto anche di questo. Anche Coach Friso ha posto all’attenzione della squadra l’importanza di questo match, dicendo che questa è una partita che vale quattro punti non due e cercando di stimolare al massimo l’orgoglio della squadra facendo leva proprio sulla partita vinta da Omegna. Coach Friso sottolinea e rafforza anche un pensiero condiviso da molti, ovvero che questo campionato giocato così con queste regole non è basket, ma una roulette russa, dove la fortuna di avere, o non avere il covid, fa la differenza, sminuendo i veri valori tecnici. Il coach sottolinea anche come sarebbe bastato uno stop di un mese, per dare maggior regolarità al campionato, un mese in cui le squadre avrebbero avuto la possibilità di prendere gli opportuni provvedimenti per ridurre al minimo l’impatto della malattia. Un campionato che così rischia di essere pesantemente falsato. Tornando a Empoli, il coach sottolinea che dovremo stare molto attenti ai cambi sui pick and roll, al tiro da tre, che nella gara di andata ci mise in ginocchio e assolutamente far bene i tagliafuori sui rimbalzi, per evitare di subire la solita quantità industriale di rimbalzi offensivi, tanto più contro una squadra che ha in De Leone, il miglior del girone nella specialità. In campo alle ore 18.00 di domenica arbitrano i signori Picchi Mirco di Ferentino(FR) e Gai Daniele di Roma.

Basket Golfo Piombino

Posta un commento

0 Commenti