Header Ads Widget

L’Etrusca San Miniato cade a Vigevano nello scontro tra le capoliste e cede alla Elachem la leadership del girone


Elachem Vigevano – La Patrie Etrusca San Miniato 67-50
(21-11, 15-10, 17-12, 14-17)
Elachem Vigevano: Ferri 7, Tagliavini n.e., Radchenko, Procacci, Mercante 3, Rosa 4, Giorgi 16, Gatti 16, Spaccasassi n.e., Rossi 10, Kahnt n.e., Peroni 11. All. Piazza, Vice Veneroni
La Patrie Etrusca San Miniato: Mastrangelo 11, Lorenzetti 15, Tamburini n.e., Ermelani n.e., Ciano n.e., Benites n.e., Candotto 2, Caversazio 14, Bellachioma 2, Quartuccio 2, Capozio, Tozzi 4. All. Marchini, Vice Petrolini
Era una gara in cui si fronteggiavano non solo le due capoliste del girone ma anche le due migliori difese, e questo si è visto perfettamente sul campo, in una partita dal basso punteggio. E se San Miniato ha subito i punti corrispondenti alla propria media stagionale (67), Vigevano è stata particolarmente brava fermando i suoi avversari a quota 50 (con una media di punti subiti in stagione di 64). Per i lombardi sicuramente era una gara molto sentita, non essendo mai riusciti finora ad avere la meglio sui biancorossi nei cinque incontri precedenti (tre al PalaBasletta e due al PalaFontevivo) ed essendo stati eliminati proprio da San Miniato nei play-off dello scorso anno con un secco 3-0. Vigevano è una squadra più fisica dell’Etrusca e questa maggiore fisicità si è manifestata con il dominio a rimbalzo (36-26). La chiave per scardinare l’arcigna difesa della Elachem avrebbe dovuto essere il tiro dall’arco, ma i ragazzi di Coach Marchini sono incappati in una serata particolarmente deficitaria nella specialità (0-14) mentre Vigevano, pur tirando meno del suo solito dalla lunga (14 tentativi contro i 28 di media stagionale) ha saputo mantenere la sua abituale precisione (35%). Fintanto che l’Etrusca è stata capace di togliere la circolazione di palla agli avversari e ad impedire i passaggi sotto canestro è riuscita a rimanere in partita (12-10 dopo sei minuti), causando anche molte palle perse degli avversari (alla fine saranno ben 23 per una squadra che ne perde 12 di media). Nel finale di primo quarto però Vigevano ha messo a segno un break importante (9-1), che in qualche modo ha condizionato l’esito dell’incontro. I ragazzi della Rocca sono sembrati un po’ a corto di energie nervose, come se la gara con Legnano e le due travagliate settimane precedenti li avessero in qualche modo “svuotati” e non hanno saputo esprimere una reazione adeguata. Il vantaggio di Vigevano si è mantenuto sempre intorno ai 10 punti fino ad un minuto e mezzo dall’intervallo, quando i locali hanno dato una seconda spallata e sono andati al riposo lungo sul +15. Nel terzo periodo l’Elachem ha toccato il suo massimo vantaggio (+24 al 23°) ed ha stabilizzato il punteggio intorno ai 20 punti di margine. Solo nell’ultima frazione c’è stata una reazione d’orgoglio dell’Etrusca, che ha provato a riaprire l’incontro, ma Vigevano ha interrotto la rimonta biancorossa sul –12 (34° minuto) ed è tornata ad ampliare il margine, fino al +17 finale. Merita una menzione speciale la gara di Filippo Rossi, autore tra i galloblu di una splendida tripla-doppia: 10 punti, 11 rimbalzi e 11 assist. “Questa sera non abbiamo messo quella cattiveria agonistica che ci contraddistingue, sembrava quasi non credessimo nella possibilità di vincere – ha commentato Coach Marchini a fine partita – La partita è stata molto fisica, ma sapevamo che lo sarebbe stata e, per contrastare la loro qualità, avremmo dovuto esprimere maggior intensità ed essere più disciplinati invece siamo stati frenetici e poco precisi. E’ stato un passaggio a vuoto, soprattutto dal punto di vista nervoso che ci può stare. Questi ragazzi stanno dando il 110% da metà Agosto e siamo arrivati a questa partita dopo un periodo particolare, sotto tanti punti di vista. Allo stesso tempo dobbiamo fare dei progressi anche da un punto di vista tecnico. Comunque sconfitte come questa aiutano sicuramente a crescere, ad acquisire consapevolezza anche dei propri limiti e a creare i presupposti per ulteriori miglioramenti”

Etrusca Basket San Miniato

Posta un commento

0 Commenti