Header Ads Widget

Serie D, coach Trucioni: “Coralità è punto di forza. Bello vedere che i ragazzi ti ridanno ciò che hai seminato. Gli obiettivi? Arrivare tra le prime otto”


Serie D, coach Trucioni: “Coralità è punto di forza. Bello vedere che i ragazzi ti ridanno ciò che hai seminato. Gli obiettivi? Arrivare tra le prime otto” Campi Bisenzio, 17 gennaio 2022. In vista della ripresa ci confrontiamo con il nostro coach Simone Trucioni. La ripresa della stagione, per ora solo rimandata: “Stiamo vivendo ancora una volta un periodo non semplice per tutti noi e il basket come ogni altro aspetto della nostra vita ne soffre. Come le altre società ci troviamo a convivere con i casi di giocatori positivi che perdono allenamenti e condizione. Nella seconda parte della scorsa stagione siamo stati falcidiati e siamo stati costretti a scendere in campo il più delle volte raffazzonati. La Federazione ha cercato di fare il possibile posticipando le prime due giornate. Ancora non abbiamo il gruppo al completo”. Santo Stefano ha chiuso in bellezza il 2021: “Il girone è stato ed è molto competitivo e provante. Tutte le partite sono complesse e il risultato finale spesso non è quello previsto. Nemmeno tra la prima e l’ultima attualmente in classifica il divario tecnico è così ampio e lo si è constatato sul campo in certi confronti. Per quanto ci riguarda siamo molto soddisfatti di essere arrivati al terzo posto in un girone così. Abbiamo avuto un po’ di montagne russe: 3 vinte all’inizio, poi un’involuzione con 4 perse, chiudendo con 3 vinte nettamente soprattutto quelle prima della sosta con Sesto e Valbisenzio. Il nostro punto di forza è sicuramente il gioco corale”. La crescita di questo collettivo è merito, innanzitutto, del coach stesso, dei suoi valori e della sua dedizione: “Ho una passione smisurata per questo sport ed è alla stessa intensità di quando ero più giovane. Quando vedo il parquet e soprattutto quando sento rimbalzare la palla a spicchi mi emoziono ancora, come fosse la prima volta. Ci metto sempre la stessa passione, l’agonismo, la voglia di confrontarsi con l’avversario, meglio ancora se più forte di me, ma anche l’umiltà e la costanza. Sono felice di aver passato molto di quello che sono ai nostri ragazzi. C’è un rapporto di dare e avere. Mi danno quello che gli chiedo e mi rendono ciò che ho seminato con loro”. Coach Trucioni, quali sono gli obiettivi che vi siete posti? “Ce ne siamo posti due. Arrivare nelle prime otto posizioni in classifica perché questo ci permetterebbero di accedere ai playoff. L’altro obiettivo è rivedere il palazzetto pieno di nostri tifosi: ci manca troppo!”.

Santo Stefano Campi Bisenzio

Posta un commento

0 Commenti