Header Ads Widget

Scotti, così non è giusto


Le biancorosse perdono in volata il derby con Lucca e recriminano per un fischio nel finale della gara che decide il punteggio dopo un'ottima partita. Mercoledì al Pala Sammontana recupero con Venezia
Stavolta è dura da raccontare è, soprattutto, da digerire. Il 76-78 col quale la Scotti perde il derby interno con la Gesam Gas & Luce Lucca è un boccone che in casa biancorossa non è facile da mandar giù. Sì, perché stavolta in campo si vede una squadra del tutto diversa, una squadra che lotta col cuore e con i denti per tutta la partita, che non molla mai, che non si disunisce nei momenti difficili e che, soprattutto, dimostra non a parole ma con i fatti di credere ancora nella salvezza. Una squadra a cui, però, manca la cosa più importante, quei due punti che sarebbero valsi 10 non solo per la classifica quanto per il morale. Dato a Lucca i meriti di Lucca (la tripla di Wiese nel finale è un capolavoro), ad aumentare la rabbia è anche un fischio nel finale che è determinante. Una stoppata di Jeune che gli arbitri giudicano fallosa e che mandano Miccoli in lunetta a 34 secondi dalla sirena. La Scotti si ritrova così a passare dal più uno e palla in mano al pareggio. Un fischio che coach Cioni, nel dopo partita, definirà oggettivamente come sbagliato, giudicando così regolare la stoppata della sua americana. Ora la situazione è presto detta: se la Scotti saprà avere ancora questa faccia nelle prossime partite potrà sperare di centrare la salvezza, se invece tornerà quella vista una settimana fa sarà un’impresa quasi impossibile. Un lavoro che dovrà essere più che altro di testa, ma le facce determinate viste in campo fanno capire che nessuno ha ancora voglia di arrendersi. Che in campo c’è un’altra Scotti si capisce subito. Nonostante un periodo a dir poco travagliato a causa del Covid, la squadra di coach Cioni ha il sangue agli occhi e Jeune mette subito la tripla. Rembiszewska firma il 10-3 ed è sprint anche la partenza di Bocchetti. Così il divario nel punteggio aumenta con Williams che firma il 18-18 e, poco dopo, Bocchetti il 23-10. Al 10’ siamo 25-13 e la seconda frazione inizia con un parziale e contro parziale di 4-0. Sul 29-21 Cioni chiama timeout e, con le triple di Bocchetti e Rembiszewska, la Scotti resta 37-25 e va al riposo sul 50-38. Dallo spogliatoio esce meglio la Gesam che, con Dietrick e Miccoli, torna 50-45 con un parziale di 0-7. Dopo l’inevitabile minuto, ancora Rembiszewska dalla lunga con Lucca che nel finale, nonostante i quattro falli di Miccoli, si rifà sotto chiudendo al 30’ sul 63-59. Sul sorpasso di Parmesani (65-66) inizia un’altra partita nella quale la Gesam prende forza e la Scotti non molla. Un colpo duro arriva con una tripla spettacolare di Wiese per il 73-73 e, sul 73-75 di Dietrick, la solita Rembiszewska impatta da sotto: 75-75. Baldelli mette un libero (76-75), poi si prende il rimbalzo sul secondo ma la Scotti commette infrazione da 24 secondi ed a quel punto ecco l’azione incriminata con Jeune che stoppa Miccoli, irregolarmente secondo gli arbitri. La giocatrice lucchese ne mette solo uno ed impatta, la Scotti gestisce il possesso ma Rembiszewska perde palla e commette fallo ancora su Miccoli che stavolta non sbaglia: 76-78. Mancano 18 secondi, c’è il timeout ma, alla ripresa, Bocchetti non trova la tripla e Lucca vince 76-78. E mercoledì alle 19 si torna subito in campo, al Pala Sammontana c’è il recupero contro Venezia.
76-78
USE ROSA SCOTTI Jeune 7, Ruffini, Baldelli 10, Williams 8, Bocchetti 14, Stoichkova 4, Aramini ne, Ravelli 5, Manetti 2, Narviciute 3, Antonini ne, Rembiszewska 23. All. Cioni (ass. Cesaro/Ferradini)
GESAM GAS & LUCE LUCCA Natali 3, Deitrick 26, Kaczmarczyk 14, Miccoli 10, Wiese 13, Azzi ne, Parmesani 5, Gianolla 4, Valentino ne, Gilli 2, Frustaci 1. All. Andreoli (ass. Becciani)
Arbitri: Gagliardi di Anagni, Culmone di Bologna, Corrias di Cordovado
Parziali: 25-13, 50-38 (25-25), 63-59 (13-21), 76-78 (13-19)

USE Basket

Posta un commento

0 Commenti