Header Ads Widget

Serie D, vittoria d'autore per la Gea Grosseto sul parquet della Libertas Lucca

Libertas Lucca-Gea Grosseto 69-76
LIBERTAS LUCCA: Gianni 3, Nieri, Puccinelli, Giovannetti 8, Berti 7, Fracassini 8, Morello 4, Guidi 14, Cecconi 17, Padreddii, Ottone 6. All. Romani.
GEA GROSSETO: Battaglini 3, Bambini 3, Morgia 23, Furi 7, Ricciarelli, Simonelli 2, Neri, Scurti 3, Romboli 1, Mari 20, Piccoli 14. All. Luca Faragli-Marco Santolamazza.
ARBITRI: Matteo Indrizzi di Sinalunga e Diego Carboni di Scandicci.
PARZIALI: 23-18, 37-41; 55-57.
USCITI PER FALLI: Guidi e Ottone.
Vittoria d’autore della Gea Basketball Grosseto nella sesta giornata del campionato di serie D. I ragazzi allenati da Luca Faragli e Marco Santolamazza hanno espugnato il parquet della Libertas Lucca al termine di una gara impegnativa, che i biancorossi hanno disputato comportandosi da grande squadra. Dopo aver chiuso i primi dieci minuti in ritardo di cinque punti, Furi e compagni hanno firmato un parziale di 23-14 che ha permesso alla Gea di andare all’intervallo sopra di quattro punti. Nuovo avvicinamento lucchese ad inizio ripresa, ma Grosseto che con una grande difesa tiene bene e si presenta all’ultimo quarto ancora avanti. Sul 67-63 a 4’ dalla fine sembra fatta, ma Lucca ha un colpo di coda, complici due brutti fischi arbitrali, e si riporta a +2 sul 69-67. Il finale è tutto di marca Gea: i grossetani chiudono la saracinesca e con un break di 6-0 portano a casa tre punti importantissimi per la classifica, che vede la formazione di Faragli e Santolamazza sola in testa, alla vigilia del duello con Monsummano che segue a due punti, dopo aver superato (70-66) l’altra capolista Fides Livorno. «Abbiamo vinto una bella partita - dice il coach Marco Santolamazza - che è stata giocata punto a punto. Abbiamo tirato bene e difeso meglio. Tutti i ragazzi che abbiamo utilizzato hanno dato il loro contributo, anche se Morgia e Piccoli sono stati fondamentali. Furi è stato decisivo nel finale e Mari ha messo le triple al momento giusto. Una prova collettiva di spessore. Era una partita importante e siamo stati bravi a portarla a casa. Ma ora testa al Monsummano, un avversario davvero scomodo, che tra l’altro ha vinto all’andata». Non va dimenticato che la Gea era priva di Jacopo Roberti, uno dei pivot più forti della categoria: una risonanza dirà i tempi per il suo recupero.

Ufficio stampa Gea Basketball

Posta un commento

0 Commenti