Header Ads Widget

Gema, si interrompe contro un'ottima Spezia la cavalcata di 19 vittorie (91-72)


GEMA, NETTO KO A SPEZIA (91-72): SI FERMA A 19 LA STRISCIA POSITIVA
TARROS SPEZIA - Bolis ne, Gaspani 2, Maccari, Ramirez 11, Menicocci 2, Kuntic 16, Cozma, Vignali 29, Fazio, Pietrini, Balciunas 31, Albanesi. All.: Bertelà.
GEMA MONTECATINI - Marengo 15, Molteni 13, Neri 17, Ghiarè, Rasio 18, Zampa 9, Cei F., Lai ne, Bruni ne, Konatè ne, Leone ne. All.: Del Re.
ARBITRI - Rinaldi di Livorno e Corso di Pisa
PARZIALI: 27-12, 49-31, 72-50
LA SPEZIA. Si è fermata a 19 vittorie la striscia vincente della Gema, che al Palasprint di La Spezia ha subito una netta sconfitta nel gioco e nel punteggio (91-72), salvando la differenza canestri e conservando comunque sei punti di vantaggio sulla Tarros, terza in classifica e formazione di assoluto valore che nei playoff sarà un osso duro per chiunque. Decisiva la coppia Balciunas-Vignali (60 punti in due) che ha fatto malissimo alla difesa rossoblù, sia nel primo che nel secondo quarto, ma anche quando Gema ha provato timidamente a riavvicinarsi, in una serata di troppa stanchezza nelle gambe e soprattutto di troppe assenze per infortunio (Bruni, distrazione al flessore della coscia, Konate, problemi al ginocchio, più l'indisponibile di lungo corso Spagnolli). Coach Del Re si è trovato così nel recupero di mercoledì sera in piena emergenza con appena sette "senior" e contro una Spezia indemoniata, che ha aggredito subito il canestro con Ramirez e Vignali per il primo allungo, con le triple di Balciunas e di Kuntic sulla prima sirena a indirizzare già la serata (27-12) in modo netto: il lituano ha trovato 14 punti nel secondo quarto, con altre quattro triple a cui si sono aggiunte le giocate di Vignali e di un buon Ramirez per il 49-31 di metà gara. Nonostante il divario la Gema ha continuato a lottare e a giocare, ricavando l’orgoglio dalle poche energie rimaste. Dopo il +25 di Spezia (62-37) in un terzo quarto sempre più in salita, Montecatini ha provato a rendere il divario più accettabile, arrivando con Neri al -16 (74-58) al 33', ma è Vignali, davvero in grande serata, con 7 punti di fila a mettere i titoli di coda sul match prima che Gema chiuda sotto i 20 di scarto una prestazione sotto tono. Sabato ultima tappa del tour de force da 5 partite in 14 giorni, sul campo del Don Bosco Livorno, al Palamacchia, alle 18,30: squadra ultima in classifica ma non per questo da prendere a cuor leggero.

Matteo Baccellini
Ufficio Comunicazione - Gema Montecatini

Posta un commento

0 Commenti