Header Ads Widget

La Patrie San Miniato attende Pavia per la 23esima giornata


Coach Marchini: “torniamo a casa dopo l’esperienza della Coppa Italia a Roseto. Per questo finale di stagione sarà importante avere un grande supporto dal nostro pubblico” Archiviata la bellissima esperienza vissuta in Coppa Italia è tempo di pensare alle ultime sfide che il Campionato ci presenta. Domenica, al Pala Crèdit Agricole, arriverà Pavia. Palla a due ore 18:00. “Sarà una partita impegnativa in quanto giochiamo contro una squadra che ha giocatori di grande valore tecnico, impatto fisico e un mix di gioventù ed esperienza”. Queste sono le prime parole di Coach Marchini nel pre-gara. Pavia viene da quattro vittorie consecutive ottenute con autorità. Il cambio di allenatore sembra aver portato nuovi stimoli, fiducia e la sensazione che i singoli giocatori abbiano un utilizzo più mirato alle proprie caratteristiche. Il quintetto lombardo vanta una coppia di guardie che rispondono al nome di Donadoni e Calzavara. Giocatori che portano atletismo, velocità e tanto uno contro uno. Come ala piccola gioca D'Alessandro che è un giocatore pericoloso sia fronte, con il tiro da tre punti, che ricevendo spalle a canestro. Completano il quintetto la coppia di lunghi Sgobba e Corral giocatori importanti per la categoria. Dalla panchina viene Sorrentino (inserito al posto di Simoncelli), un playmaker di esperienza che vanta presenze anche in Legadue. Torgano, capitano e anche tiratore importante. Infine Rajacic, giovane interessante, che è stato inserito al posto di Conte. “Pavia è una squadra di assoluta qualità che fino a metà campionato ha avuto risultati altalenanti ma che adesso sembra aver trovato, con una striscia di quattro vittorie consecutive, il giusto equilibrio e indubbiante sta mostrando tutto il suo potenziale. Dal canto nostro saremo senza Renato Quartuccio, out per tutta la stagione. Abbiamo anche avuto una settimana un pò complicata perché a causa dell'influenza ci sono state un pò di assenze. Non si tratta ovviamente di giustificazioni perché vogliamo fare una partita di livello e portare a casa i 2 punti. Sarebbe importante innanzitutto come premio per il lavoro che svolgiamo settimanalmente e la coesione di squadra che abbiamo, poi anche per tenerli lontani in classifica nell'ottica dei primi quattro posti. Sappiamo che sarà un match estremamente impegnativo, però vogliamo rifarci dall'esperienza di Roseto in cui non siamo stati bravi a mettere in campo i nostri valori. È la prima di otto finali dove dovremmo lottare e ripetere magari ciò che di buono abbiamo fatto contro Langhe Roero” conclude coach Marchini.

Etrusca Basket San Miniato

Posta un commento

0 Commenti