Header Ads Widget

La Patrie San Miniato supera al Palatenda Il Golfo Piombino e torna solitaria in vetta alla classifica


Solbat Golfo Piombino – La Patrie Etrusca San Miniato 78-93 (24-25, 13-32, 21-18, 20-18)
Solbat Golfo Piombino: Mazzella n.e., Mazzantini 6, Pedroni, Persico n.e., Paolin 6, Mezzacapo n.e., Venucci 18, Tognacci 9, Bianchi 10, Eliantonio 23, Pistolesi 6. All. Friso, Vice Formica
La Patrie Etrusca San Miniato: Mastrangelo 14, Lorenzetti 6, Tamburini n.e., Ermelani n.e., Guglielmi, Benites 15, Candotto 11, Caversazio 25, Bellachioma 9, Capozio 3, Tozzi 10. All. Marchini, Vice Regoli e Latini
Grande prestazione dell’Etrusca al PalaTenda di Piombino contro un ottimo Basket Golfo, in una gara decisamente vietata ai deboli di cuore. I ragazzi di Coach Marchini hanno lottato, hanno allungato, hanno rischiato di dilagare per poi essere più volte riavvicinati, fino allo sprint finale. Già domenica scorsa, nella vittoria casalinga contro Omegna, il Golfo aveva dimostrato di avere le proverbiali “sette vite”, contando su un pubblico calorosissimo, capace di dare un’ulteriore spinta una volta entrati in fiducia. Questo era il timore del coach biancorosso alla vigili e questo è quanto puntualmente è accaduto. I livornesi sono partiti bene nel primo quarto, portandosi sul +4 dopo un minuto e mezzo di gioco (7-3) e dopo che l’Etrusca è rientrata a –1 (11-10 al 4°) sono tornati nuovamente sul +4 (18-14 al 6°). Ci sono voluti due canestri consecutivi di Bellachioma nel finale per permettere ai ragazzi della Rocca di mettere per la prima volta il naso avanti (dopo il 2-3 iniziale) e chiudere il periodo in vantaggio di un punto (24-25). Il secondo quarto è stato a dir poco strepitoso per l’Etrusca, come si suol dire “da trenta e lode” avendo messo a segno 32 punti nel periodo (contro i 13 di Piombino), concluso con la “rubata” di Capitan Benites, quando Piombino poteva gestire il possesso fino allo scadere del tempo, e “bomba” a fil di sirena, per il +20 alla pausa lunga (37-57). L’ampio scarto e la superiorità dimostrata dai viaggianti potevano far pensare ad un incontro già segnato, ma così non è stato. All’inizio del terzo quarto La Patrie ha ulteriormente incrementato il divario, fino a toccare il massimo vantaggio di +25 (37-62 al 23°) ma qui è venuta fuori la reazione dei locali, bravi a capovolgere l’inerzia dell’incontro e a riavvicinarsi. Con un parziale di 15-2 in tre minuti i gialloblu si sono riportati a –12 (52-64 al 26°), dando l’impressione di poter rimettere in discussione le sorti del match. Pagando forse dazio per lo sforzo profuso, il Golfo ha rallentato un po’ il passo e San Miniato ne ha approfittato per rimpolpare il suo margine e andare all’ultimo intervallo sul +17 (58-75). Le due stoppate subite da Mattia Venucci, in chiusura del terzo quarto da Nicola Mastrangelo e in apertura del quarto da Stefano Capozio, potevano rappresentare la “fotografia” della resa di Piombino, ma ancora una volta così non è stato. Con un altro importante parziale di 12-0 in due minuti e mezzo i livornesi sono tornati in partita (70-75 al 36°). Con oltre quattro minuti da giocare, dopo aver dilapidato 20 punti su 25 di vantaggio, una situazione falli complicata, l’inerzia della gara nelle mani degli avversari ed il pubblico di casa incitante come non mai, per l’Etrusca la situazione si è fatta estremamente delicata. Se coesione, carattere, “attributi”, sono caratteristiche che vengono riconosciute ai biancorossi, mai come in questa situazione sono state dimostrate. Mettendosi alle spalle gli errori e e le distrazioni dei sei minuti precedenti l’Etrusca si è ricompattata, ha rimesso in campo la propria grinta e la propria intensità e ha iniziato nuovamente a macinare il proprio gioco, tornando a prendere il sopravvento sugli avversari, fino al +15 finale. E’ stata una gara encomiabile per tutti e nove i ragazzi dell’Etrusca scesi in campo, ma una menzione particolare deve andare alla gara disputata da Edoardo Caversazio che, con 38 di valutazione, ha ottenuto la miglior prestazione di tutti i tempi in serie B per un giocatore in canotta biancorossa. Per La Patrie è stata una vittoria di grande spessore ed importanza. In primo luogo per il valore degli avversari. Inoltre per il primo posto in classifica in solitaria ottenuto, grazie anche alla sconfitta casalinga all’overtime di Vigevano contro Oleggio, ma soprattutto per l’accesso matematico ad uno dei primi quattro posti in classifica, che consentono di disputare in casa l’eventuale gara5 dei quarti di finale playoff. Il raggiungimento del quarto posto era un risultato inimmaginabile a Settembre e l’Etrusca lo ha raggiunto a cinque giornate dalla conclusione del campionato. “Sono davvero contento per la vittoria e soprattutto per la prestazione dei miei ragazzi – ha commentato Coach Marchini a fine gara – Temevo questa partita perchè ero consapevole del valore di Piombino e dell’apporto che il pubblico di casa poteva dare per esaltare i suoi giocatori. Abbiamo giocato davvero una buona pallacanestro ma Piombino non si è mai arresa e ci è voluta una grande prova di carattere per riallungare dopo che erano arrivati a –5.” Prossimo impegno per l’Etrusca domenica prossima al PalaFontevivo contro Borgomanero. Si tratterà di un testa-coda e può sembrare retorico dire che si tratta di una gara da “prendere con le molle” ma così non è. Basta pensare che Borgomanero oggi ha superato Cecina e soprattutto che Oleggio ha superato Vigevano al PalaBasletta per rendersi conto che non ci sono partite dall’esito scontato. I ragazzi di La Patrie ne sono ben consapevoli e si aspettano il pubblico delle grandi occasioni per continuare a sognare insieme.

Etrusca Basket San Miniato

Posta un commento

0 Commenti