Header Ads Widget

La Spezia espugna il Palaorlandi e costringe il Costone a gara-3


58-62
IL DRAGO E LAFORNACE COSTONE SIENA: Sabia 10, Bonaccini V. 7, Barbucci 19, Dragoni 14, Pastorelli 2, Sardelli, Rinaldi 2, Bonaccini G. ne, Lippi ne, Posta, Sposato ne, Pierucci 4. All.Meoni
BASKET LA SPEZIA: Morselli 11, Gioan 16, Giaroli 12, Mori, Maiocchi 16, Candelori V 5, Candelori N. 2, Demi ne, Frantulli ne, Bagalà ne, Valle ne. All. Gioan 
ARBITRI: Giannini e Vagniluca
Parziali: 13-15, 32-30, 41-42
La Spezia impatta sull'1-1 la sfida che la vede impegnata con il Costone nei play-off della serie B con il Costone che parte a spron battuto, anche se le senesi sciupano facili occasioni da sotto, ma il parziale al 5' dice +5 (9-4). Le liguri sembrano impacciate di fronte all'aggressività difensiva delle padrone di casa, ma con pazienza si rifanno sotto colmando il gap iniziale (9-9 all'8') per poi risultare intraprendenti nel tiro dall'arco che gli frutta l'allungo del 9' (11-16). Coach Meoni cerca nelle rotazioni l'equilibrio giusto, ma fatica a trovarlo, con la gara che si mantiene sul filo dell'equilibrio (18-18 al 13', 24-24 al 17'). La Spezia prova con la zona ad arginare le folate offensive delle bianconere, mentre il Costone fatica a contenere le esterni ligure che dall'arco producono punti pesanti. Si va al riposo con il Drago e la Fornace avanti di 2 che sfrutta al meglio un tiro a fil di sirena di Barbucci. Al ritorno in campo, la formazione ligure cerca di alzare il ritmo, la panchina senese opta per una zona, ma La Spezia si fa forte dal perimetro allungando sul 33-37 del 24'. Il Costone trova la forza per reagire spinta dalle solite Barbucci e Dragoni. L'ultimo quarto è una vera e propria battaglia, con le ospiti che tentano l'allungo vincente al 33' (41-47), ma la reazione delle senesi non tarda ad arrivare con Barbucci che mette a segno la tripla del 48-49 del 35'. Le battute finali sono convulse, con La Spezia che si porta sul +5 (50-55), controllando agevolmente il forcing avversario, ma Siena con un nuovo colpo di coda è nuovamente lì (54-55), ma Gioan a 47” dal termine trova di tabella la tripla miracolosa che regala la vittoria a La Spezia, nonostante la controrisposta di Bonaccini dall'arco (58-60), ma dalla lunetta le liguri non sciupano proprio nulla.

R.R.

Posta un commento

0 Commenti