Header Ads Widget

Pallacanestro Dragons, il canestro rotto “non è da imputare alla società”


“Aiutateci a fare sport con strutture funzionali e adatte, non tanto per la Pallacanestro Dragons ma per la città di Prato attraverso la Pallacanestro Dragons”.
Prato, 21 maggio 2022. Per chiarire nel modo più assoluto e netto la vicenda del canestro rotto, ci limitiamo a riportare integralmente la perizia tecnica della ditta intervenuta. “Nella mattina di oggi (ieri, ndr) la ditta ABC Tecnosport – fornitrice del prodotto – è intervenuta per sostituire il cristallo del canestro frantumatosi mercoledì scorso prima della gara di playoffs tra Dragons e GEMA Montecatini. Nel corso dell’intervento è emerso che la causa dell’incidente è stata la rottura della struttura portante, ovvero del tubolare di ferro a sezione quadrata che sostiene cornice, cristallo e canestro. La rottura del cristallo è, quindi avvenuta contestualmente all’aprirsi della frattura di circa 5 mm., documentata dalla foto allegata. Se questa frattura fosse avvenuta in precedenza del momento specifico di certo il cristallo sarebbe andato rotto alla prima sollecitazione di rimbalzo del pallone sul ferro o alla prima ‘schiacciata’ a canestro e dunque già nei momenti precedenti i 5 minuti mancanti all'inizio della gara quando è avvenuto il fatto in questione. Non è, dunque, sostenibile l’accusa alla Società di non aver segnalato per tempo una criticità della struttura che è, invece, emersa improvvisamente a causa della vetustà dell’impianto. Nella concitazione del momento non è stato purtroppo ravvisato il danno alla struttura portante. Questo riconoscimento avrebbe certo sollevato la società dall’onere di sostituzione del cristallo e le avrebbe consentito di ottenere il rinvio della gara anziché la sconfitta d’ufficio. La sostituzione non sarebbe, comunque, stata possibile perché l’intervento effettuato da ABC Tecnosport ha richiesto 4 ore di lavoro a una squadra di 3 tecnici intervenuti con un ponteggio alto 4 metri e un verricello per il sollevamento del cristallo. Ciò in quanto la struttura dei canestri della Toscanini è fissa a parete e, dunque, non consente un intervento rapido da terra”. Ognuno, adesso, tragga le proprie conclusioni, senza polemiche, e chi può ci aiuti a fare sport con strutture funzionali e adatte, non tanto per la Pallacanestro Dragons ma per la città di Prato attraverso la Pallacanestro Dragons.

Lorenzo Somigli
Ufficio Stampa

Posta un commento

0 Commenti