Header Ads Widget

Sibe Gruppo AF: una stagione da ricordare


A febbraio eravamo salvi. A fine marzo con ben sette giornate di anticipo avevamo in tasca la qualificazione ai playoff. Abbiamo stabilito il record societario di vittorie in regular season.
Prato, 23 maggio 2022 – In questi giorni siamo stati su tutte le pagine ma, mentre dialoghiamo con il Comune di Prato per continuare a fare qualcosa di importante per la città attraverso lo sport che ci fa battere il cuore, vogliamo soffermarci sui nostri traguardi sportivi. Perché sì, ci è sfumata la semifinale ma abbiamo costruito qualcosa di grande e a riprova facciamo nostre le parole di Gema Montecatini: “Anche i nostri avversari in semifinale avrebbero meritato a loro volta di giocarsela sul parquet, la seconda partita, dopo una stagione disputata davvero al meglio delle proprie possibilità”. Se nella stagione 20/21 abbiamo ottenuto l’obiettivo salvezza con tre giornate di anticipo, la 2021/22 è stata una stagione da Dragoni. A inizio anno qualcuno ci dava per pericolanti o già costretti ai playout e, invece, abbiamo conquistato i playoff accedendo alla semifinale. Molti si chiedevano “Ma perché non hanno preso nessuno o un solo giocatore per di più infortunato?”, altri dicevano che i nostri Dragons non avrebbero retto il passo perché “si allenano troppo poco rispetto alle altre”. Sentivamo dire “il tasso tecnico quest’anno si alzato: i senior sono vecchi o non sono adeguati”. Questa, invece, le supera tutte: “I giovani sono alla prima esperienza, la C Gold è troppo per loro”. Il campo ha parlato. Nessuno aveva calcolato il valore di questi ragazzi. Tutti diversi tra loro ma, insieme, grandi e piccoli sono diventati una cosa sola, solida, affiatata, efficace: da gruppo a famiglia. Hanno ottenuto vittorie fantastiche e costruito, in un crescendo incredibile e, raccontato ai propri tifosi, alla propria realtà una storia sportiva di assoluto valore, radicata nei valori del lavoro, del sacrificio, dell’umiltà. I senior hanno fatto un lavoro incredibile in campo e fuori, i giovani sono cresciuti e ce li invidiano tutti: questo vuol dire essere Dragons. Sono stati raggiunti obiettivi insperati: sportivi, di prospettiva e anche economici. Ci sono aziende esterne che alle quali abbiamo suscitato curiosità e abbiamo avuto manifestazioni d’interesse, direttamente e indirettamente. Abbiamo puntato sulle persone e sui ragazzi cresciuti con noi andando controcorrente alle scelte delle altre squadre dell’attuale C Gold ma questo vuol dire essere Dragons. A febbraio eravamo salvi. A fine marzo con ben sette giornate di anticipo avevamo in tasca la qualificazione ai playoff. Abbiamo stabilito il record societario di vittorie in regular season. Abbiamo battuto squadre e realtà avanti anni rispetto a noi, gli unici ad aver battuto in casa proprio Herons Valdinievole, una formazione monstre, con budget almeno quattro volte più grande. Siamo arrivati sopra a tutte le realtà limitrofe che hanno speso molto di più. L’ ambiente si è stretto attorno alla sua squadra e ha creato passione, amore e appartenenza verticale e profonda senza precedenti. Indimenticabile il sostegno soprattutto nei playoff, nella Toscanini o come l’hanno iniziata a chiamare tutti “la tana dei Dragons”. Una realtà e un mix nati dal percorso formativo che gli istruttori danno ai propri piccoli giornalmente. Ci sono molte famiglie al seguito: 150 a Spezia, 200 a Montecatini. Nemmeno il calcio! Una passione nata spontaneamente per un un gruppo di lavoratori e studenti, di cui tre quarti sono tutti pratesi, che conducono una vita normale e vanno presi come esempio. Una bella storia di sport. Una fabbrica di emozioni. Qualche giorno e riprendendo a lavorare con l’obiettivo di crescere e migliorare ancora. Grazie Dragons Family, forza Prato e forza Sibe Gruppo AF, sempre.

Comunicato Sibe Gruppo AF Prato

Posta un commento

0 Commenti