Header Ads Widget

E’ finaleee. La favola dell’etrusca continua: superata Pavia in gara 5, si guadagna l’accesso alla finale per conquistare la Serie A


La Patrie Etrusca San Miniato – Riso Scotti Omnia Basket Pavia 70-60 (21-16, 16-16, 17-10, 16-18)
La Patrie Etrusca San Miniato: Mastrangelo 17, Lorenzetti 10, Tamburini n.e., Ermelani n.e., Guglielmi 4, Benites 12, Candotto 5, Caversazio 5, Bellachioma 5, Capozio 7, Scomparin n.e., Tozzi 5. All. Marchini, Vice Regoli e Latini
Riso Scotti Omnia Basket Pavia: Rajacic n.e., Lebediev n.e., Torgano 9, Corral 17, Donadoni 12, D’Alessandro 3, Quartieri, Sorrentino 3, Birra n.e., Calzavara 12, Sgobba 4. All. Ducarello, Vice Peraro e Vercelli
L’Etrusca La Patrie San Miniato continua a far sognare i propri tifosi, che anche questa sera hanno riempito il PalaFontevivo in ogni ordine di posti. Al cospetto di una formazione esperta, con giocatori più navigati e più a loro agio in gare di questa importanza, i ragazzi di Coach Marchini hanno sfoderato una prestazione di altissimo livello, per tecnica, maturità, intensità ed agonismo. Onore a Pavia che anche questa sera, come del resto per tutta la serie, si è dimostrata un’avversaria ostica e tenace e ha saputo tener in bilico l’esito della sfida fino alla fine. Seppur costretta ad inseguire praticamente per tutti i 40 minuti (è stata in vantaggio solo per 21 secondi sullo 0-2 iniziale) non ha mai lasciato che l’inerzia del match prendesse una piega ben definita ed è rimasta aggrappata all’incontro, in attesa di un minimo cedimento dell’Etrusca. Cedimento che però non c’è mai stato. Per tutto l’incontro l’Etrusca ha menato le danze, ma non è mai riuscita a scappare definitivamente. Già nel primo quarto i ragazzi della Rocca hanno saputo scavare il solco, portandosi avanti di sette lunghezze al 6° minuto (17-10), per poi andare al primo riposo sul +5 (21-16). Nel secondo periodo hanno incrementato ulteriormente il margine portandosi sul +9 al 12° (27-18), sul +10 al 15° (34-24) e sul +11 al 17° (36-25), ma la Riso Scotti ha sempre impedito loro di prendere il largo, accorciando il divario prima della pausa lunga e riportandolo sul +5 (37-32). Ulteriore tentativo di fuga biancorosso nella terza frazione, con il tabellone che arriva a segnare +12 proprio in chiusura (54-42). Nell’ultimo quarto c’è il ritorno di Pavia che però non riesce ad andare sotto il –7 ed è costretta ad arrendersi. “C’è tanta gioia e tanta soddisfazione per questo risultato, ottenuto di fronte a questa incredibile cornice di pubblico – ha commentato Coach Marchini a fine gara – La partita è stata durissima e ha rispecchiato l’andamento della serie. Siamo sempre stati avanti ma loro sono sempre stati attaccati al match. Abbiamo fatto una partita importante dal punto di vista dell’intensità difensiva, ma mi preme sottolineare come oltre alla ferocia difensiva la nostra squadra sia capace di esprimere tanta qualità in attacco. E’ proprio questo aspetto che ha completato il nostro modo di giocare e ci ha permesso di raggiungere un risultato straordinario come la finale play-off. Sicuramente però i miei ragazzi non si sentono appagati. Hanno acquisito sempre più fiducia nei propri mezzi, confortati dai risultati che ne davano conferma, ed ora hanno tutte le intenzioni di giocare le proprie carte in finale. Siamo consapevoli che andremo ad affrontare un avversario fortissimo, perchè se così non fosse non avrebbe raggiunto la finale, esattamente come noi. Voglio infine fare i complimenti a Coach Ducarello per la sua sportività e per i valori che ha dimostrato. E’ stato realmente piacevole giocare una serie contro un collega come lui.” L’Etrusca giocherà al PalaFontevivo gara 1 di finale domenica prossima 12 Giugno alle ore 18:00 ed affronterà la JuVi Cremona degli ex Ferdinando Nasello e Jacopo Preti. Sicuramente gli spalti si riempiranno al massimo della capienza, come è successo stasera.

Etrusca Basket San Miniato

Posta un commento

0 Commenti