Header Ads Widget

Storica promozione per la Serie D


PLAYOFFS – FINALE – GARA 4: CUS FIRENZE 57 – LO CONTE EDILE COSTRUZIONI PRATO 60
La stoppata di Pinna sul disperato tentativo avversario di portare la partita ai supplementari, è il gesto conclusivo che sancisce la storica promozione in C Silver del Prato Basket Giovane targato Lo Conte Edile Costruzioni. Alla dodicesima gara playoff in poco più di un mese, i nostri ragazzi riescono a dar fondo alle energie fisiche e mentali rimaste, per volare al di sopra dell’ultimo ostacolo e prendersi quello che per tutta la stagione hanno meritato di ottenere: la vittoria del campionato. Prato mette la testa avanti nel primo quarto Gara quattro era il primo match ball a disposizione e Prato non lo ha sprecato, giocando con la stessa impostazione della sfida precedente, con una prima parte a gestire uomini ed energie ed una seconda per affondare il colpo. La partenza era subito col piede gusto, Bogani Junior ripagava la presenza in quintetto realizzando i primi 7 punti (7-2 al terzo). Cus trovava pericolosità da Rosi e Franca, ma i 5 punti di Bogani Senior, insieme alla tripla del giovane Paoletti e al canestro di Bonetti mettevano i lanieri avanti alla prima sirena (14-18). I fiorentini aumentano il ritmo Nel secondo quarto Cus saliva di colpi, Sportelli dall’arco dava via al parziale che portava avanti i fiorentini, Prato con problemi di falli (Pinna 3, Bogani L. 2) ampliava ulteriormente le rotazioni dei cambi trovando buone risposte da tutti e chiudendo all’intervallo sul -1 (33-31). Doc Bogani e Capitan Biscardi aprivano la ripresa con due triple a testa che riportavano i locali ad inseguire e Prato nuovamente a tentare la fuga. Gli ospiti tenevano la testa della gara con l’inedito duo Bonetti – Bogani M. a tener botta sotto i tabelloni, ma i padroni di casa non mollavano la presa rispondendo successivamente ai canestri di Pinna e Biscardi e rimanendo a contatto (44-47 alla terza sirena). Un ultimo quarto per cuori forti L’ultimo quarto era proibito ai deboli di cuore, Prato con grande energia cercava il colpo risolutore, e con Bonetti, Pinna e Bogani L. si issava sul +7. Gli universitari erano però tutt’altro che morti e guidati dal loro uomo migliore Tarchi, si riportavano a -2. Un superlativo Guerrini immolatosi per tutta la serie a fermare il bomber Conti, trovava un canestro pesantissimo per il 53-57. Nell’ultimo giro di lancetta Vienni metteva la tripla del -1 (56-57), Pinna sull’altro versante pescava il fallo che lo mandava in lunetta per un 1/2 e il 56-58 sul tabellone. Cus aveva così la palla del pareggio o possibile vantaggio, la difesa pratese si faceva trovare pronta costringendo ad un tiro forzato sul quale però si avventava Tarchi subendo fallo. Con sei secondi da giocare, l’atleta fiorentino andava in lunetta per pareggiare, ma il primo sbaglio e il successivo canestro tenevano Prato ancora avanti (57-58). In uscita dal time out Pinna riceveva palla su rimessa e il conseguente fallo lo mandava ancora in lunetta con 5 secondi da giocare . Le mani del sardo-fiorentino non tremavano nel frastuono del palazzetto e il suo 2/2 faceva da proscenio alla stoppata che laureava Prato campione. Finisce così una grande stagione, contro un’avversario, Cus Firenze, che per tutto l’anno ha morso le caviglie in classifica così come nelle sfide dirette, dimostrandosi competitor degnissimo. Una stagione fantastica Prato dopo mesi di lavoro si gode il momento assieme ai propri tifosi, ammirando il bellissimo affresco dipinto durante l’anno. Un capolavoro che ha visto i nostri ragazzi vincere 17 gare di regular season a fronte di sole 3 sconfitte e un record dì imbattibilita’ durato 11 giornate. Il primo posto del girone ottenuto con ben quattro turni di anticipo. Altre 9 vittorie nei play-off e 3 sconfitte che portano il totale di stagione ad un ragguardevole 26-6. Ma l’evidenza dei numeri non racconta della forza caratteriale di un gruppo, sempre capace di rialzarsi e reagire nei momenti peggiori e far fronte ad acciacchi, infortuni e defezioni (Cavicchi in primis al quale va l’abbraccio e l’augurio di un prontissimo rientro). Prato ha rispettato il pronostico, accettando il proprio ruolo di favorita senza far proclami ma lavorando in silenzio a testa bassa reggendo il peso delle aspettative come solo le grandi squadre sanno fare. Adesso è tempo di un meritato riposo, oltre al doveroso saluto a tutti coloro che hanno supportato la squadra: Grazie e arrivederci a Settembre……ancora insieme!
Parziali: 14-18; 33-31; 44-47.
Tabellino: Bellandi, Biscardi 6, Donati 2, Guerrini 5, Bogani L. 15, Paoletti 3, Sarti 1, Bogani M. 9, Campostrini, Bonetti 8, Pinna 9, Lanari 2. All. Bertini – Chiari, Prep. Borsotti, Mas. Baldini, Dir. Lanari M.

Progetto Pallacanestro Prato

Posta un commento

0 Commenti