Header Ads Widget

Il PalaBetti si conferma fortino. l'Abc conquista il big match


L’Abc Solettificio Manetti difende il proprio fortino e porta a casa il big match: la Virtus Siena cade al PalaBetti 71-66 dopo un overtime. Abc-Virtus, come da tradizione, non ha deluso le attese. Tanto che per decidere a chi dovesse andare l’atteso big match della settima giornata è servito un overtime. 71-66 il finale al PalaBetti di una sfida che, iniziata su ritmi bassi e con tanti errori da entrambe le parti, si è poi animata a partire dalla seconda frazione regalando 45 minuti di fiato sospeso. Purtroppo, a rovinare la festa gialloblu, è arrivata l’ennesima tegola: nel terzo quarto un brutto infortunio al ginocchio ha costretto Matteo Geromin a lasciare il parquet in attesa di sottoporsi agli accertamenti del caso. A lui l’abbraccio di tutti noi. Ma questa resta in ogni caso la serata del big match che permette all’Abc di mantenere la prima posizione insieme a Prato e Cecina. La serata in cui il carattere e l’orgoglio di questa squadra hanno fatto, ancora una volta, la differenza.
LA CRONACA
Quintetti
Abc: Belli, Nepi, Pucci, Lazzeri A., Cantini
Virtus: Bartoletti, Bianchi, Banchero, Olleia, Berardi
Avvio di gara confuso con gli attacchi sterili e tanti errori da entrambe le parti: dopo oltre tre giri di lancette il tabellone segna 0-2, che diventa 0-6 a firma Bianchi. Alberto Lazzeri apre le danze castellane ed infila il primo canestro gialloblu a metà frazione. Intanto si continua a segnare con il contagocce mentre le difese restano sugli scudi. Bartoletti e Bianchi provano a spingere l’allungo virtussino trovando il +9 che costringe coach Angiolini al time out sul 4-13. Dal minuto di sospensione l’Abc rientra con Geromin che sale in cattedra ma Caridi dalla lunetta chiude il periodo sul 6-14. Belli dall’arco apre una seconda frazione in cui la truppa castellana cambia faccia, mentre Alberto Lazzeri ci ribadisce per il 14-16. I due attesi ex, Nepi e Pucci, siglano il primo sorpasso castellano sul 19-18, preludio al 29-21 a firma Cantini al 16′. Sponda Virtus Franceschini ferma il gioco per mettere ordine ed interrompere la fuga castellana, così si riparte con Olleia che spezza in due la zona gialloblu. L’Abc, però, ha saldo in mano il controllo e Belli da casa sua infila il +9 (35-26) finchè Cacciatori sulla sirena manda tutti all’intervallo sul 35-28. Gli ospiti rientrano dagli spogliatoi con Bartoletti che inaugura la terza frazione ma la risposta gialloblu è puntuale: Pucci-Cantini-Nepi e +10 al 23′ (41-31). Siena resta incollata grazie alle trovate di Olleia e Bartoletti, i suoi principali terminali offensivi in questa fase del match, che guidano la rimonta ospite fino al 43-41 di metà frazione. Intanto la sfortuna continua ad accanirsi sull’Abc, con Matteo Geromin costretto a lasciare il campo per un brutto infortunio. Così, a firma del solito Bartoletti, arriva il 48-47, finchè la tripla di Banchero vale il sorpasso virtussino sulla terza sirena: 50-51. E proprio come aveva chiuso, Banchero apre l’ultimo quarto per il +4 Virtus. Cantini recupera e vola in contropiede per il 52-55 ma ancora Banchero dalla lunga distanza rispedisce indietro i gialloblu: 54-59 al 24′. L’Abc fatica a trovare la via del canestro e non riesce ad approfittare degli errori virtussini, ma riesce comunque a restare aggrappata con Belli e Nepi dalla lunetta (57-59). Banchero, lasciato solo sotto canestro, infila il nuovo +4 senese ma nel momento più difficile Nepi inventa tre punti d’autore per il 60-61. Bartoletti, però, è una sentenza ed è suo il 60-63 che lascia ammutolito il PalaBetti quando restano 45 secondi da giocare. Ma se il talento e la freddezza hanno un nome, questo è quello di Alessandro Pucci che subisce fallo su tiro da tre e dalla lunetta è glaciale: 3/3, 63-63 con 26 secondi sul cronometro. Nell’ultimo possesso senese Bianchi sbaglia la conclusione, Pucci si impossessa del rimbalzo difensivo e lascia a Nepi l’ultimo attacco. Il numero 14 tenta la tripla della vittoria ma non va: overtime. Dopo il primo giro di lancette a vuoto, è ancora la penetrazione dell’ex più atteso che riporta l’Abc in vantaggio, ma nel frattempo anche Alberto Lazzeri deve lasciare il campo per raggiunto limite di falli. Ancora Nepi, stavolta dalla lunetta, fa 2/2, poi Pucci trova una magia ed indirizza la sfida: 69-63. Bianchi tiene aperti i giochi dall’arco quando partono gli ultimi 150 secondi (69-66) ma ancora Pucci si innalza a garante gialloblu dalla linea della carità: 71-66 con 36 secondi sul cronometro. Così, sull’errore di Banchero dall’arco, partono i titoli di coda. E il big match si tinge di gialloblu.
ABC SOLETTIFICIO MANETTI – STOSA VIRTUS SIENA 71-66 dts
Abc Solettificio Manetti: Rosi ne, Lazzeri C. ne, Corbinelli 2, Pucci 18, Geromin 6, Scali ne, Lilli ne, Nepi 15, Tavarez, Lazzeri A. 9, Cantini 8, Belli 13. All. Angiolini. Ass. Mostardi, Calvani.
Stosa Virtus Siena: Berardi, Cacciatori 2, Bartoletti 18, Banchero 19, Caridi 5, Bianchi 8, Ricciardelli, Olleia 12, Costantini 1, Imbrò 1, Calvellini. All. Franceschini. Ass. Braccagni, Papi.
Parziali: 6-14, 35-28 (19-14), 50-51 (15-23), 63-63 (13-12), 71-66 (8-3)
Arbitri: Marinaro di Cascina, Nocchi di Vicopisano.

Camilla Trillò
Ufficio Stampa
Abc Castelfiorentino / Basket Castelfiorentino / Gialloblu Castelfiorentino

Posta un commento

0 Commenti