Header Ads Widget

Finale amaro al Pala Ruggi: l’Etrusca esce sconfitta dopo una partita intensa


Andrea Costa Imola - La Patrie San Miniato 83-78 (18-23, 24-25, 25-23, 16-7)
Andrea Costa Imola: Ranuzzi 19, Restelli 17, Montanari 14, Corcelli 9, Trentin 8, Tognacci 7, Agostini 6, Marangoni 3, Fazzi, Barbieri, Roli ne, Spagnoli ne. All. Grandi; Vice Dirella.
La Patrie San Miniato: Bellavia ne, Guglielmi ne, Spatti 10, Cipriani 8, Bellachioma 5, Speranza 2, Capozio 3, Venturoli 24, Quartuccio, Cautiero ne, Ohenhen 12, Tozzi 14. All. Marchini; Vice Regoli e Latini.
Al PalaRuggi di Imola l'Etrusca Basket è ospite dell'Andrea Costa, in una sfida tra due formazioni appaiate a quota 8 punti. Gara che parte nel segno degli attacchi, con le due squadre a scambiarsi canestri su canestri: se da una parte Imola trova nella coralità il modo per mettere punti sul tabellone, dall'altra un Venturoli ispirato guida l'attacco di San Miniato (14 punti per lui nella prima frazione) che chiude sul +5 il 1° quarto. Imola parte forte nel secondo quarto e ricuce subito lo svantaggio, mettendo la testa avanti a metà frazione con una tripla di Montanari e andando sul +3 col canestro di Trentin. L'Etrusca però non ci sta: gli ospiti trovano subito il pareggio con una bomba di Spatti e si riportano in vantaggio grazie ai punti di Ohenhen. Ormai è una gara fatta di parziali: San Miniato arriva al +7, Imola risponde fino al -2, ma la truppa di coach Marchini reagisce chiudendo la metà partita sul +6. Al rientro dagli spogliatoi Imola si riavvicina e dopo 3’ il tabellone segna 49-52 per l’Etrusca. Un fallo di Capozio sulla bomba di Ranuzzi regala 3 tiri liberi per il -1 Imola. È Montanari con un contropiede a riportare in vantaggio i padroni di casa, ma il ben ritrovato Spatti controbatte con un gioco da 3 punti al quale segue una bomba di Capitan Capozio. Per l’Andrea Costa Ranuzzi mette in campo tutta la sua esperienza e tiene a galla il match. Il bolognese Montanari porta Imola avanti di 3 sul 61-58 ma Tozzi non ci sta e tira da casa sua: parità. Imola prova a tenere la testa avanti ma l’Etrusca si dimostra solida, coriacea e gagliarda. La compagine di coach Marchini, a 55 secondi dal termine, sfonda quota 70 punti e chiude la frazione 67-71. L’Etrusca difende bene e in attacco Speranza, all’esordio, segna 2 punti. Imola macina meglio con Agostini che segna da 3 e porta i suoi sul 72-73. Tozzi controbatte. San Miniato, in difficoltà, non segna per ben 4 minuti; Imola si gasa e punisce ogni minima disattenzione portandosi avanti 78-76. Cipriani impatta poi a quota 78. Corcelli segna dall’angolo una tripla allo scadere dei 24 secondi. A 37 secondi dalla fine Imola è a +4. Devastante la difesa dei padroni di casa che hanno concesso all’Etrusca solo 2 punti negli ultimi 7 minuti. La tripla di Tozzi non va a bersaglio e si chiude così un match che ci vede sconfitti dopo una battaglia intensa. Il commento dello staff tecnico al termine della partita: “Non era semplice trovare due punti in una giornata in cui abbiamo dovuto di nuovo fare i conti con la situazione infortuni. Una squadra come la nostra deve poter scendere in campo al meglio della condizione per iniziare a fare bottino pieno e sbloccarsi in trasferta. Malgrado questo abbiamo condotto la partita per lunghi tratti, giocando con coesione e supplendo alle assenze con la forza del gruppo. I ragazzi sono vivi, da qualche partita si sono gettati alle spalle un momento complicato e possono essere competitivi tutte le domeniche. Il passo in più per vincere non siamo riusciti a farlo stasera, ma ne usciamo comunque consapevoli di poterci esprimere in futuro a livelli più alti.”

Etrusca Basket San Miniato

Posta un commento

0 Commenti