Header Ads Widget

A Pavia arriva una sconfitta al fotofinish (75-73)


Gran rimonta Gema dopo un primo tempo negativo, ma non basta
Una Gema a corrente alternata subisce al Palaravizza una sconfitta al fotofinish (73-75), dopo una gara comunque sempre a inseguire o quasi. Solo un lampo all’inizio dell’ultimo quarto non è bastato ai ragazzi di Angelucci per portare a casa la vittoria, accusando la fatica fisica e mentale di dover recuperare oltre 20 punti di svantaggio, accumulati in un primo tempo negativo. Buono il debutto dei nuovi acquisti Di Pizzo e Laganà, protagonisti della rimonta ma con ancora molto da lavorare come inserimento nei meccanismi di gioco. Il primo tempo della Gema come detto è da dimenticare in fretta, sfibrata da una Pavia che alza la mano e fa sempre canestro, trovando per di più ottime soluzioni. I padroni di casa salgono subito in vantaggio trascinati da Giampieri e De Gregori, poi entra in partita anche Coviello e il vantaggio della Riso Scotti arriva a +22 (38-16) dopo pochi minuti del secondo quarto. I pavesi tirano da tre punti con percentuali favolose (9/12 al 20’), non altrettanto fa Montecatini che al 20’ ha un solo canestro su 10 tentativi. L’attacco rossoblù è solo Laganà, che segna 19 punti nel primo tempo mostrando i lampi di classe che fanno sognare i tifosi termali, ma è solo contro tutti. Il resto dell’attacco Gema segna il passo, e in difesa le cose non funzionano, come testimoniano i 48 punti subiti. Però nei minuti finali i rossoblù piazzano un parziale di 10-2, che chiude una risalita lenta (22-10) che fa intendere che nel secondo tempo ci può essere una partita. E difatti Pavia non riesce più a scappare, le percentuali calano inesorabilmente merito anche di una difesa termale più attenta. I padroni di casa hanno anche problemi di falli, con De Gregorio costretto a lungo tempo in panchina. Dopo un paio di sussulti indecisi la Gema chiude il terzo quarto con un 5-0 siglato da Neri e Duranti, che rimette la partita quasi in equilibrio. La rimonta rossoblù è lenta ma inesorabile, nonostante Laganà venga limitato dalla difesa avversaria con le buone e con le cattive. Dopo il -12 firmato Cocco, la Gema entra prepotentemente in partita con un break di 14-1 in 5’, a cavallo tra il terzo e il quarto quarto. La tripla di Neri sigla il primo vantaggio termale (62-63), alla sfilata si iscrivono anche Duranti e Di Pizzo, che porta la Gema al massimo vantaggio (62-68). L’emorragia dei padroni di casa viene interrotta da Gallizzi con 4 punti di fila e un dubbio antisportivo a Duranti. Coviello riporta in vantaggio i suoi (69-68), Laganà sbaglia un paio di scelte ma la Gema non molla e la tripla di Savoldelli riporta i rossoblù in vantaggio (72-73). Gallizzi, grande protagonista del finale, segna in penetrazione il 74-73 a 19”, Laganà sbaglia subendo un fallo clamoroso non fischiato, ancora Gallizzi subisce fallo e fa 1\2 dalla lunetta. Con 3” da giocare la Gema gioca per i supplementari, ma Savoldelli sbaglia il canestro che regalato l’overtime.
RISO SCOTTI PAVIA: Coviello 21 (3/5, 4/5), Gallizzi 15 (4/7, 0/2), Giampieri 11 (1/3, 3/8), Oboe 8 (1/5, 2/3), Abega 8 (1/2, 2/5), De Gregori 8 (2/5, 1/1), Bedini 2 (1/5, 0/1), Cocco 2 (1/4), Trovarelli, Lebediev ne, Potì ne. All.: Mazzetti.
GEMA MONTECATINI: Laganà 22 (4/14, 0/3), Di Pizzo 12 (6/7), Neri 12 (1/3, 2/2), Savoldelli 9 (1/6, 2/4), Duranti 6 (3/4, 0/3), Infante 5 (2/4, 0/1), Digno 4 (2/2, 0/1), Molteni 2 (1/1, 0/3), Marengo 1 (0/1, 0/1), Albelli ne, Ghiarè ne, Cellerini ne. All.: Angelucci.
ARBITRI: Licari di Marsala e Lilli di Ladispoli.
PARZIALI: 28-13, 48-38, 61-54

Montecatiniterme Basketball

Posta un commento

0 Commenti