Header Ads Widget

Argiano rinnova la sponsorizzazione con il Costone Basket Siena


Oltre a Bruttini e Banchi, anche Don Massimiliano Gabbricci riceve il vino come primo tifoso gialloverde
Argiano e Costone rinnovano la propria intesa anche per il 2023, con la sponsorizzazione sia a livello di Prima Squadra che di Settore Giovanile. "E' per noi motivo di grande soddisfazione avere come sponsor sulle nostre maglie il logo Argiano - afferma il numero uno della Piaggia Emanuele Montomoli - e di questo siamo veramente grati a Bernardino Sani che ormai da anni crede nel nostro progetto rivolto soprattutto ai giovani. Nella scorsa stagione sportiva Argiano ci ha accompagnato in una cavalcata vincente culminata con la promozione in C Gold. Sapevamo che il salto di categoria sarebbe stato importante, ma avere come partnership marchi come quello di Argiano, ci infonde molta sicurezza." Il Ceo di Argiano, Bernardino Sani, replica così alle parole di Montomoli: "I nostri vini sono ricchi di storia e tradizione, così come il Costone che affonda le proprie radici nel tempo. Anche per noi è una grande soddisfazione sposare un progetto sportivo rivolto essenzialmente ai giovani. Tifo Costone fin da quando ero bambino, da giovane ho indossato la maglia gialloverde che fu anche di mio padre Guido che ha fatto parte della mitica formazione di Giorgio Brenci che negli anni '60 fece la storia della Pallacanestro senese. Il nostro è un connubio di grande valore." Come di consueto, al termine di ogni partita, vengono premiati con una bottiglia di ottimo vino di Argiano, i giocatori che meglio si sono distinti in campo. Questa volta è toccato a capitan Luigi Bruttini e ad Alessandro Banchi ricevere l'omaggio di una bottiglia di “Non Confunditur”, un vino rosso toscano corposo ed espressivo, strettamente identificativo dello stile della cantina Argiano. Oltre ai giocatori, il pregiato vino è stato offerto, per mano del Presidente Montomoli, anche a don Massimiliano Gabbricci, il prete del Costone, della Nazionale di Calcio e della Lupa, così come è stato definito stamani in un articolo apparso sulla cronaca senese del quotidiano La Nazione. Don Max era presente alla partita e ha fatto un gran tifo dalla tribuna: "Ho sofferto tantissimo - confesserà al termine della gara il nuovo Direttore del Ricreatorio Pio II - ma alla fine ce l'abbiamo fatta. Una vittoria di grande carattere! Bravi ragazzi, però la prossima volta fatemi soffrire un po' meno!"

Costone Siena

Posta un commento

0 Commenti