Header Ads Widget

Bama Altopascio ad un millimetro dalla clamorosa impresa a Siena.


I rosablu cedono 72 a 68 all'overtime dopo una clamorosa rimonta da -20
VIRTUS SIENA 72
BAMA ALTOPASCIO 68 dopo 1 T.S.
(17-19; 32-28; 56-36; 62-62)
Arbitri: Posarelli e Rossetti
VIRTUS SIENA: Berardi, Paunovic 9, Bartoletti 18, Banchero 2, Dal Maso 10, Bianchi 2, Ricciardelli, Olleia 14, Costantini 9, Imbrò, Calvellini 8. All. Franceschini
BAMA ALTOPASCIO: Creati F. 17, Biondi n.e., Bini Enabulele 10, Creati M. n.e., Tarzan Solomon 2, Mandroni, Lorenzi 4, Arrabito, Nannipieri 16, Mencherini 19. All. Pistolesi
Una sola parola: peccato! Un match che sarebbe entrato nella storia trentennale del basket altopascese. Il Bama, senza due giocatori dello starting five (Salazar e Marco Creati) va ad un millimetro dalla clamorosa impresa nello storico PalaPerucatti di Siena, ma alcuni errori, prima nel finale di gara e poi nell’overtime, dovuti alla fatica di alcuni giocatori (Bini, Creati, Mencherini e Nannipieri 43’ in campo) condannano i rosablu. Si inizia con le mani congelate ai liberi e dall’arco per entrambi i team. Comunque sia Altopascio, con cambi sistematici sui giochi senesi, getta sassolini costanti negli ingranaggi avversari e chiude sul -4 all’intervallo (32-28). Terzo periodo e la franchigia del Tau va in grande difficoltà. Coach Pistolesi, vista la situazione falli drammatica, opta giustamente per difendere a zona. Ci sono molte seconde o terze opportunità per i senesi, con il Bama che è in sofferenza ai rimbalzi. Non con il reparto underglass ma con i giocatori perimetrali che consentono 8 rimbalzi di esperienza all’ala Olleia e addirittura 4 al secondo play Calvellini, 1,80cm scarsi. Fattore che fa sprofondare Bini & co. a -20 al terzo fischio (56-36). Sembra il preludio di un’altra imbarcata come a Cecina, ma il Bama, con rotazioni accorciate al minimo, giocatori con la spia della riserva accesa e carichi di falli, getta in campo tutto quello che ha, e, con una difesa spettacolare, inizia a rosicchiare punto su punto (il parziale sarà 26 a 6 per gli altopascesi). I rosablu impattano a 54” dalla fine sul 62-62, con tre tiri liberi convertiti da Filippo Creati. Siena sbaglia ed il Bama ha l’occasione per griffare il clamoroso blitz. Ancora Filippo Creati (prova super per lui) subisce fallo a -27’’, va in lunetta, ma, stremato, fa 0 su 2. Siena attacca, Lorenzi ruba palla con quasi 4’’ sul cronometro, ma non riesce a trovare il timing per tirare. Nel supplementare Mencherini (altra ottima prova) sigla il vantaggio altopascese (62-64), impatta Bartoletti ed ancora Mencherini riporta i rosablu avanti (64-66). Ancora Bartoletti ad impattare (66-66). Attacco Bama e prima grossa ingenuità da parte di Nannipieri che consegna la palla agli avversari con un passaggio sbilenco e poi va a commettere fallo antisportivo. Costantini converte un libero e ancora Bartoletti regala il +3 a Siena (69-66). Bini Enabulele spadella ai liberi sul fronte opposto ma il Bama intercetta palla e Nannipieri vola a schiacciare in contropiede a -14” (69-68). Vista la percentuale ai liberi dei padroni di casa ci sarebbe tutto il tempo per fare fallo e organizzare un attacco ma lo stesso Nannipieri, anch’egli stremato, commette un altro, nefasto e palese, fallo antisportivo, con espulsione annessa. Fine delle speranze. Siena ringrazia e porta a casa un match che sembrava essersi colorato di rosablu. Comunque sia grande prova dei ragazzi di Pistolesi, che hanno utilizzato anche Tarzan (buon canestro) e Mandroni e che hanno messo in campo la “stray dogs mentality”, come richiesto in settimana. Adesso arrivano i match che contano per il Bama. Rimanendo in ambito “stray dogs” tutto sarebbe più roseo. Anzi più rosablu.

Bama NBA Altopascio

Posta un commento

0 Commenti