Header Ads Widget

La corsa di Piombino si ferma a Legnano


Due quarti senza difesa condannano i gialloblu alla sconfitta
Brutto stop per il Basket Golfo a Legnano, per due quarti si è rivista la gara dell'andata, dove la difesa dei gialloblu non riesce ad opporsi alla buona circolazione di palla di Marino e compagni, che procura buoni tiri con spazio ai tiratori locali. Subendo quasi sempre canestro, per i gialloblu è impossibile ripartire in velocità, il loro gioco più congeniale e con la difesa piazzata, non riescono quasi mai a creare buoni tiri. I gialloblu finiscono anche a meno 16, ma riescono a restare nel match grazie al talento dei suoi solisti, con Venucci che si inventa qualche canestro e Piccone che mette dentro alcuni tiri da tre senza ritmo. Il risultato di tutto ciò sono 51 punti subiti, contro i 39 dei gialloblu, che non sarebbero nemmeno un magro bottino, contro una delle migliori difese del girone. Il problema è la difesa e il coach marchigiano nello spogliatoio prova a correggere le cose in corso d'opera. Così al rientro in campo si vede un altro Golfo, più mordace in difesa e con alcuni recuperi riesce a correre in attacco e a piazzare un break di 7 a 0, con Tiberti che raccatta un paio di rimbalzi offensivi, convertendoli in canestri e con la bomba di Bianchi. Nonostante la reazione immediata dei lombardi, la difesa piombinese regge discretamente e con un canestro dalla media di Tiberti, una recuperata di Piccone, susseguente bomba in transizione di Bianchi e poco dopo con la replica di Piccone, Piombino torna distanza aggancio, meno tre al minuto 27. L'ennesima recuperata di Piccone, offre a Venucci la bomba della possibile parità, ma la palla danza beffardamente sui due ferri ed esce. Errore subito punito dalle bombe di Terenzi e Drocker, con Legnano che riallunga. Ma Piombino resta in corsa e chiude il quarto a meno 9, sul 69 a 60. La difesa piombinese regge ancora per metà quarto, concedendo solo 6 punti a Legnano, ma un paio di errori in penetrazione e alcune perse dei gialloblu, spianano la strada del successo ai Knights, che negli ultimi 5 minuti dilagano, per chiudere sul più 20, 95 a 75. Purtroppo la sfortuna non abbandona i gialloblu ed un generosissimo Bianchi, per evitare l'ultimo canestro dei locali, si infortuna alla caviglia ed esce zoppicando vistosamente. Per Piombino niente ennesima impresa, alla lunga, l'assenza di due titolari, De Zardo e Azzaro si sente, Il solo Tiberti, non può vincere la sfida ai rimbalzi e nel pitturato, seppur con un buon contributo di Bianchi e con i soli Venucci e Piccone sono poche le alternative offensive gialloblu. Sono molti i rimpianti per un 16 su 25 ai liberi, che prima dell'allungo finale, se sfruttati meglio, avrebbero potuto comunque dare una svolta diversa alla gara. Legnano vince con merito e per Piombino ora testa alla Pielle, domenica prossima al Palatenda.
3G Electronics Legnano Knights - Solbat Piombino 95-75 (22-15, 29-24, 18-21, 26-15)
3G Electronics Legnano Knights: Diego Terenzi 17 (2/7, 4/6), Michael Sacchettini 16 (8/12, 0/0), Luca Antonietti 16 (5/7, 0/1), Saverio Mazzantini 11 (4/6, 1/3), Tommaso Marino 10 (1/1, 2/7), Giacomo Leardini 9 (3/4, 1/3), Juan marcos Casini 9 (0/0, 3/7), Gian marco Drocker 7 (2/3, 1/2), Mattia Nespoli 0 (0/0, 0/0), Francesco Amorelli 0 (0/0, 0/0), Andrea Gallazzi 0 (0/0, 0/0), Riccardo Cucchi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 9 - Rimbalzi: 37 8 + 29 (Luca Antonietti 10) - Assist: 24 (Tommaso Marino 12)
Solbat Piombino: Edoardo Tiberti 28 (11/20, 1/2), Fabrizio Piccone 17 (0/4, 4/10), Mattia Venucci 15 (2/7, 2/7), Camillo Bianchi 8 (1/3, 2/8), Dario Mazzantini 4 (2/2, 0/1), Edoardo Pedroni 3 (0/1, 0/4), Tommaso Tintori 0 (0/1, 0/1), Francesco Rossato 0 (0/0, 0/0), Alessio Alfarano 0 (0/0, 0/0), Jacopo Biagetti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 25 - Rimbalzi: 35 11 + 24 (Edoardo Tiberti 13) - Assist: 8 (Fabrizio Piccone, Mattia Venucci, Edoardo Pedroni 2)

di Stefanini Stefano

Posta un commento

0 Commenti