Header Ads Widget

La partita che mi aspettavo contro una squadra dal grande futuro


Coach Angelucci prende la vittoria con soddisfazione ed elogia i suoi ragazzi
A volte nel basket non serve essere spettacolari, ma solidi e redditizi. E' questo il modo che la Gema ha scelto per vincere l'ultima partita del girone di andata e gettarsi nel girone di ritorno con sei vinte e 9 perse, con l'obiettivo di dover fare meglio per rendere fattibile l'operazione salvezza. La Gema versione Angelucci è una squadra che non molla mai e che sa attendere il momento per azzannare la gara, com'è accaduto nel terzo quarto del match con la saltellante squadra piemontese, che a tratti ha mostrato tutto il suo talento. "E' nata la partita che mi aspettavo - commenta il coach della Gema - abbiamo affrontato una squadra giovane ma è fuorviante dire che sono solo giovani, sono ragazzi dal grande futuro che lottano, che hanno grande qualità, bene allenati e con un grande futuro davanti. Tatticamente non ci davano punti di riferimento ma siamo stati bravi a girare la partita dove volevamo noi, specialmente nel terzo quarto. Avevo chiesto ai ragazzi una partita di 40 minuti di concentrazione, solo nel secondo quarto siamo andati un po' fuori giri e loro sono rientrati, siamo stati bravi nel terzo quarto a riprendere con intensità e lucidità". Il match di sabato è stata l'occasione per il debutto casalingo di Di Pizzo e Laganà, i regali di Natale della società. "Innanzitutto ci tengo a dire che Marco & Marco sono ragazzi bravissimi e di grande disponibilità - puntualizza Angelucci - si stanno inserendo sempre meglio e sul piano della chimica di squadra abbiamo compiuto passi avanti importanti, ma c'è tanto lavoro da fare. Sono contento perchè quella di sabato è stata una vittoria importante e d'ora in avanti tutte le partite saranno difficili, il percorso è lungo. Ma siamo pronti". Tra i singoli menzione per capitan Marengo, utile e intenso specialmente nella ripresa, e la ditta Laganà-Di Pizzo che ha prodotto 27 punti, 18 rimbalzi e 13 falli subiti. Sabato sera la società rossoblù ha colto l'occasione per ringraziare tutti i suoi sponsor donando loro un completino di gioco personalizzato, consolidando il rapporto di fiducia con chi ha deciso di sposare i sogni e gli obiettivi del club. Adesso per la Gema inizia un girone di ritorno dai toni forti, con tre trasferte in Toscana (Livorno, Piombino e ancora Livorno): si inizia domenica prossima contro la Pielle.

MontecatiniTerme Basketball

Posta un commento

0 Commenti