La All Food Fiorentina esce sconfitta ma combatte a testa alta contro Omegna

Niccolai: “Competitivi e sempre in partita in casa della capolista”
“Si va in campo per vincere quindi il risultato di Omegna ci lascia l'amaro in bocca, ma abbiamo la consapevolezza di esser stati competitivi e sempre dentro la partita in casa della prima in classifica, pur giocando con un assetto di squadra nuovo e diverso". Così Andrea Niccolai commentando la gara infrasettimanale che ha visto la All Food Fiorentina sconfitta in trasferta a Omegna 89-82. “Una gara che è stata sostanzialmente equilibrata – prosegue Niccolai – ma in cui Omegna ha fatto vedere tutto il suo talento. Contro una squadra così forte non puoi pensare di limitare tutte le loro qualità, devi fare delle scelte. La nostra priorità era chiudere le penetrazioni degli esterni e sopratutto l'area per limitare il loro gioco interno, i loro lunghi sono efficacissimi con i tagli ed in post basso, meno nel tiro da 3 punti. Ci siamo riusciti bene ma chiaramente abbiamo concesso qualcosa sul perimetro con Balanzoni, Arrigoni e Samoggia in serata giusta al tiro. Sono stati bravi sopratutto loro segnando con continuità da 3 a sparigliare la gara". Per la Fiorentina comunque una match giocato testa alta e rimasto aperto fino all'ultimo. “E' il dato per noi più importante – spiega il coach – perché tutti hanno giocato al massimo per sopperire alle difficoltà: veniamo da giorni che hanno visto diversi giocatori accusare febbre e malesseri vari, soprattutto dobbiamo ancora fare i conti con l'assenza importante di Savoldelli in regia, fermato dalla distorsione alla caviglia. Con l'inserimento di Mohamed Tourè abbiamo parzialmente tamponato l'emergenza in quel ruolo, ci ha dato una mano con una prestazione positiva, ma dopo solo tre giorni di allenamento chiaramente non ci aspettavamo che potesse essere protagonista. Sono convinto che il suo contributo possa crescere velocemente, ma serve ancora tempo per vederlo al massimo delle sue potenzialità". Ora l'attenzione è su un'altra importante sfida ai vertici del girone, la trasferta di domenica a San Miniato. “Un altro appuntamento importante, con un altissimo coefficiente di difficoltà. Sappiamo bene quanto sia difficile giocare contro San Miniato, una squadra che come noi sta facendo bene ed ha giocatori che si stanno dimostrando fra i migliori del campionato. La affronteremo con grande consapevolezza e determinazione, sapendo che per vincere in casa di una squadra seconda in classifica serve una gara ai limiti della perfezione tecnica e mentale".

Omero Cambi
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento