L’Abc sfiora l’impresa in casa della capolista

L’Abc Solettificio Manetti si arrende sul finale: il Pino Dragons passa 70-65. La prima della classe difende il proprio fortino, ma stavolta l’Abc Solettificio Manetti arriva davvero ad un passo dall’infliggere al Pino Dragons il primo ko stagionale: al PalaCoverciano finisce 70-65, e il big match dell’ottava giornata di ritorno regala davvero adrenalina ed emozioni. Un’Abc da dieci e lode quella che ha tenuto testa alla capolista e che fino alla sirena ha mantenuto aperta una sfida che, come pronosticato alla vigilia, non ha deluso le attese regalando quaranta minuti di puro spettacolo al pubblico presente. Sul finale, però, i fiorentini hanno saputo ancora una volta difendere la propria imbattibilità portando a casa due punti che, con le ultime cinque gironate di regular season ancora da giocare, significano mettere già l’ipoteca sul primo posto. Il Pino Dragons si è così confermato, se ancora ce ne fosse bisogno, la vera corazzata di questa C Gold, ma stavolta anche l’Abc di Paolo Betti ha detto la sua ed ha saputo giocare alla pari con la prima della classe.
Quintetti.
Pino: Marotta, Filippi, Passoni, Goretti, Poltroneri.
Abc: Belli, Daly, Terrosi, Tozzi, Delli Carri.
Avvio con il freno a mano e con le due formazioni che sembrano studiarsi, tanto che il primo canestro arriva dopo due minuti di gioco e porta la firma di Passoni: una tripla che apre le danze per un 10-0 che mette i brividi. Al 4′ minuto è Belli a mettere in ghiaccio i primi due punti gialloblu e di fatto ad aprire il contro break castellano: 10-8 al 7′. Capitan Delli Carri impatta sul 13-13 e si va al primo riposo in perfetta parità (15-15). Cantini e Daly inaugurano la seconda frazione per il primo sorpasso castellano (15-20), ma in un amen i padroni di casa, guidati da Passoni e Merlo, piazzano un parziale di 16-1 che vale la doppia cifra di vantaggio al 17′ (31-21) che diventa 35-23 al 19′, finchè Terrosi manda tutti negli spogliatoi sul 39-29. L’approccio al rientro in campo è decisivo. Il Pino prova a chiudere definitivamente i giochi, ma stavolta è l’Abc ad imporre la propria autorità: Terrosi-Belli-Delli Carri e sfida completamente riaperta al 23′ (39-37). Zappia ristabilisce il +8 (45-37), ma Belli e Verdiani sono caldissimi dalla lunetta (45-44) finchè la tripla di Daly vale la parità su cui si chiude la frazione (47-47). Nel quarto finale le squadre viaggiano a braccetto, tanto che al 35′ siamo ancora in perfetto equilibrio (57-57), equilibrio che resta tale fino a due minuti dalla sirena quando il tabellone segna 59-59. Poi, però, ci pensano Merlo e Verrigni a infilare il 5-0 che di fatto decide la sfida: 66-60 quando parte l’ultimo giro di lancette. Si gioca così sul fallo sistematico, ma il solito Verrigni dalla lunetta è glaciale: 4/4 quando la palla pesa davvero. A fil di sirena Verdiani appoggia per il 70-65, ma ormai i giochi sono fatti. Una spledida Abc non basta: la capolista si conferma la squadra da battere.
ENIC PINO DRAGONS – ABC SOLETTIFICIO MANETTI 70-65
Parziali: 15-15; 39-29 (24-14); 47-47 (8-18); 70-65 (23-18)
Enic Pino Dragons: Marotta 2 (1/1, 0/4), Merlo 17 (1/2, 5/10), Cioni ne, Filippi 7 (3/9, 0/0), Forzieri ne, Passoni 12 (1/6, 2/7), Goretti 7 (3/5, 0/0), Verrigni 15 (1/5, 1/3), Poltroneri 5 (1/4, 1/2), Mencherini ne, Zappia 5 (2/4, 0/0), Neri (0/0, 0/0). All. Del Re. Ass. Sferruzza, Pilli.
Abc Solettificio Manetti: Zani (0/4, 0/2), Flotta ne, Tozzi 2 (1/2, 0/1), Terrosi 12 (3/6, 1/5), Daly 8 (1/1, 2/5), Ticciati ne, Cantini 2 (1/1, 0/0), Verdiani 15 (3/4, 0/3), Calamassi ne, Delli Carri 16 (2/4, 3/7), Belli 10 (2/6, 0/7). All. Betti. Ass. Manetti, Lazzeretti.
Arbitri: Venturini di Capannori, Carlotti di Calcinaia.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento