Header Ads

Piombino a caccia di un impresa a Livorno


Pronostico abbastanza chiuso, ma occhio al cuore dei gialloblu 
Seconda di campionato per il Basket Golfo, col derby livornese contro la Libertas. Una partita che poteva essere una super sfida fra due delle squadre più forti del girone, ma che rischia di non esser tale, per la carente condizione dei gialloblu, tornati in palestra solo dieci giorni fa, dopo un mese di stop. Difficoltà, quelle del Basket Golfo, evidenziate nella partita persa in casa contro un Ozzano sulla carta inferiore ai piombinesi. Gara che oltre alla sconfitta, si porta dietro gli inevitabili postumi di una partita comunque intensa, giocata senza l’adeguata preparazione fisica. Per Piombino, fermo restando che la squadra darà il massimo anche a Livorno, adesso l’obiettivo è quello di recuperare tutto l’organico e principalmente la migliore condizione fisica, per poter tornare a giocarsela alla pari con gli avversari. Il calendario non gli dà una mano e in questo difficile periodo, gli pone davanti altre due trasferte consecutive, dopo Livorno, contro squadre forti e storicamente ostiche, come Empoli e San Miniato. Ma i gialloblu dovranno, adesso più che mai, vedere una partita alla volta, far tesoro dei miglioramenti e risalire la china il più presto possibile. Già oggi contro la Libertas, sarà interessante vedere i miglioramenti dei singoli, dopo la prima vera settimana di allenamenti. Proprio a Livorno in Supercoppa si erano viste le qualità della squadra piombinese, con una vittoria ottenuta ribaltando l’andamento negativo dei primi due quarti, vittoria che iniziava un percorso di crescita, poi bruscamente interrotto dal covid. E dalla stessa Livorno bisognerà provare a ripartire, il risultato sarà secondario, vincere contro una squadra forte ed in buonissima condizione, sarebbe quasi un miracolo, ma d’obbligo sarà vedere dei miglioramenti, sia sotto l’aspetto della tenuta fisica, venuta meno nel finale contro Ozzano e di conseguenza nella maggior lucidità nelle soluzioni offensive e nella tenuta difensiva. Non sarà facile, Livorno è squadra molto forte dal punto di vista fisico, capace per questo di imporsi nel pitturato, con i vari Ammannato, Castelli, Salvadori e Toniato ma anche di giocare a ritmi alti, scanditi da Marchini, Ricci e Forti, con un Casella in più rispetto a quello opaco visto nella prima sfida vinta dai piombinesi. Le parole di Saverio Mazzantini sul match di domenica: "Purtroppo stiamo vivendo un momento di emergenza, come dicevi tu. E' stato bello però tornare in campo, quasi al completo, dopo tanto tempo che eravamo fermi. E' stata una partita giocata più col cuore, che con le gambe, abbiamo messo in campo tutto quello che avevamo, ma la condizione fisica migliore dei giocatori emiliani, ha fatto la differenza. Per Livorno, è un vero peccato non poter giocare questa partita al top della condizione, ce la metteremo tutta, a volte i miracoli accadono, ma bisogna avere pazienza, adesso la cosa più importante è recuperare la condizione, Perchè in fondo, sul campo, le cose tecniche vengono quasi da se, perchè siamo un gruppo affiatato e di qualità. Affrontiamo una squadra forte e in fiducia, grazie ai risultati ottenuti. Noi non dovremo guardare il risultato, ma la crescita, dobbiamo lavorare e lavorare ancora molto per ripartire il prima possibile." Si gioca domenica alle ore 18, a porte chiuse, al Palamodigliani di Livorno, arbitrano i signori Colombo Matteo e Spinelli Jacopo di Cantù. 

Stefanini Stefano

Nessun commento

Powered by Blogger.