Header Ads

Gesam Gas e Luce Lucca, brutto passo falso interno contro la Dinamo Sassari 54-64


Gesam Gas e Luce Lucca: Azzi ne, Jakubcova 6, Cibeca ne, Pastrello 2, Russo 8, Orsili 4, Miccoli 5, Pallotta ne, Farnesi ne, Harper 18, Smorto 5 e Tunstull 6 Allenatore: Francesco Iurlaro
Dinamo Sassari: Calhoun 14, Arioli 6, Costantini ne, Gagliano, Fekete 11, Cantone 3, Burke 24, Scanu ne, Pertile 6 e Fara ne Allenatore: Antonello Restivo
Arbitri: Gonnella, Saraceni e Tallon
Finale: 54-64(15-20, 32-38 e 43-48)
Sorride alla Dinamo Sassari la sfida del PalaTagliate nel match valevole come recupero della settima giornata di andata della Techfind Serie A1. La squadra di coach Restivo riassapora il gusto del successo, che mancava da sette turni, grazie al meritato 54-64 che ha sancito una pesante sconfitta per il Basket Le Mura Lucca, sempre costretto a rincorre Burke e compagne. Il risultato odierno complica maledettamente i piani di aggancio a quel nono posto che vorrebbe dire salvezza diretta senza passare dai play-out. Il team sardo, salito ad otto punti a -2 dalle biancorosse, per poco non è riuscito a pareggiare il -11 (80-91 fu il finale) inflitto loro da Lucca nel match disputatosi venti giorni fa al PalaSerradimigni. Calhoun e soprattutto Burke, autrici rispettivamente di 14 e 24 punti, hanno trascinato le compagne con il contributo di capitan Arioli e Fakete. Un successo che consente a Sassari di rilanciarsi in questo rush finale di stagione regolare. Per il Gesam Gas e Luce Lucca della serata odierna resta, onestamente, poco da salvare a cominciare dal fastidio al ginocchio, quello operato, accusato da Silvia Pastrello nel corso del secondo quarto e che non le ha permesso di tornare sul parquet nel secondo tempo. Le prossime ore saranno decisive per valutare l’entità della situazione. La squadra di Iurlaro ha faticato ad attaccare il canestro, non a caso le padrone di casa hanno tirato soltanto quattro liberi contro i venticinque delle ospiti, per poi non attuare il piano difensivo predisposto. Urgerà resettare al più questa prova incolore per presentarsi con un altro piglio domenica al PalaBrera di Broni, al cospetto di una compagine appaiata in classifica a Miccoli e compagne con 10 punti che vorrà riscattarsi della sconfitta patita nella gara di andata. Da segnalare il bel gesto del Panathlon di Lucca del presidente Guido Pasquini che ha donato un mazzo di fiori alle cestiste locali. Jakubcova, Tunstull, Harper, Russo e Orsili è il quintetto iniziale scelto da Iurlaro. Sassari, privo di Mataloni, inizia il match con Fekete, Calhoun, Burke, Arioli e Cantone. La partenza sprint di Lucca, 4-0 e sarà l’unico vantaggio di marca locale di tutta la serata, rappresenta un fuoco di paglia poiché Sassari, memore del black-out finale accusato nel precedente confronto diretto, si cala alla perfezione nella partita ricucendo in un batter d’occhio lo svantaggio. Le biancorosse iniziano ad attaccare con incisività, venendo così puntualmente punite dalla tripla di Sierra Calhoun per 6-11 che vale il primo allungo ospite e induce coach Iurlaro a chiamare un time out con 5’11’’ ancora da giocare. L’immediata “bomba” di Linnae Harper, 18 punti per l’unica giocatrice di Lucca a toccare la doppia cifra realizzativa, non trova continuità poiché è sempre il quintetto di Restivo a fare la voce grossa in attacco questa volta Kennedy Burke. Sotto di cinque punti, nel secondo quarto il Basket Le Mura non riesce a cambiare il corso del proprio match incassando in rapida successione cinque punti di Burke, per lei anche 20 rimbalzi, che valgono il 17-25. Il terzo fallo commesso da Orsili costringe Iurlaro a rivedere i propri piani tattici di Iurlaro a rivedere i propri piani tattici. Smorto prova a suonare la carica, seguite dalle triple di Harper e Miccoli che riportano Lucca sotto solo di un possesso (30-33) per poi ricacciata indietro dalla squadra di Restivo che va al riposo sul 32-38 a proprio favore. Nel terzo quarto deve passare la bellezza di 2’40’’ per vedere il primo canestro, targato Orsili con una bella progressione. Le basse percentuali offensive non rendono entusiasmante questa fase di gioco, con il divario tra le contendenti che spazia sempre tra il -2 e il -5 di gap da ricucire per Lucca a cui manca sempre l’ultimo metro per agganciare Sassari, che trova con il passare dei minuti il fattivo contributo a rimbalzo di Fakete. Gli ultimi dieci minuti si aprono, quindi, sul 43-48. Anche nel decisivo frangente Gesam Gas e Luce Lucca conferma la sua cattiva serata al tiro (34% complessivo) non andando mai oltre il -3 da recuperare. Sassari, invece, non commette l’errore di abbassare la concentrazione come accaduto venti giorni fa, piazzando lo strappo decisivo grazie al trio Fekete, Burke e Arioli, rintuzzando difensivamente ogni estremo tentativo di Lucca di rientrare nel punteggio. Alla ripresa della Serie A1, archiviata la Final Eight di Coppa Italia, la Dinamo riceverà la visita di Costa Masnaga mentre il Gesam Gas e Luce cercherà di cogliere l’immediato riscatto a Broni in un match che si prospetta difficile.

Basket Femminile Le Mura Lucca

Nessun commento

Powered by Blogger.