Header Ads

Il Cus Pisa cala il poker e vince contro l'U.S.Livorno


GAS AND HEAT CUS PISA - U.S. LIVORNO 70 -56 (13/13, 13/10, 21/17, 23/16)
GAS AND HEAT CUS PISA : Fiorindi 11, Italiano 23, Mangoni, La Sala 8, Giovani, Lazzeri Alberto 9, Giannelli 2, Raimo, Benini 14, Quarta 3, Mori. All. Walter Angiolini
U.S. LIVORNO : Armillei 22, Artioli 8, Pantosti 8, Mottola 4, Ghezzani 2, Vukic 2, Bellavista, Spinelli 1, Mellai, Puoti, Bianchi. All. Fabrizio Cerrri.
Il Cus Pisa fa' suo il derby contro l'U.S.Livorno, cogliendo la sua quarta vittoria su altrettanti incontri e si conferma capolista nel girone B del campionato di C Silver 2020/2021. Ma non è stata per niente una passeggiata per i gialloblù pisani contro una squadra reduce da tre sconfitte nelle precedenti partite e, quindi, desiderosa di far bene e mettere a segno la prima vittoria stagionale. Ne è uscita una partita abbastanza brutta, soprattutto nei primi due quarti, con percentuali di tiro davvero basse da entrambe le parti. Alla ripresa del gioco il Cus sembrava essere sul punto di prendere in mano le redini dell'incontro ma ogni volta commetteva errori banali consentendo ai labronici di rifarsi sotto. E' stato necessario attendere l'ultima frazione di gioco nella quale è salito in cattedra un immenso Andrea Italiano ("il dottore") che piazzava sei bombe da tre consecutive mettendo a segno il break decisivo a favore dei pisani che acquisivano un vantaggio sufficiente a terminare l'incontro in pieno controllo. Il Cus Pisa ha dato la sensazione, soprattutto per la prima metà della gara di giocare con il freno a mano tirato avvertendo molto la pressione derivante dall'obbligo di vincere il match. Nel finale il superiore tasso tecnico di alcuni giocatori ha fatto la differenza facendo pendere la bilancia a favore dei pisani. Tra gli ospiti una segnalazione speciale la merita Andrea Armillei che sembra aver ritrovato lo smalto dei giorni migliori protagonista di una prestazione super. Bene, tra le fila dei labronici, anche il giovanissimo Artioli ed il classe '98 Maurizio Pantosti. Tra i i gialloblù di Walter Angiolini la palma di MVP va ancora una volta ad Andrea Italiano che si è davvero caricato la squadra sulle spalle diventando praticamente infallibile negli ultimi due quarti di gioco. Positiva anche la prestazione di Luca Benini pur limitato da un problema al polso destro, così come quella di Francesco Fiorindi che sta migliorando partita dopo partita dopo aver superato alcuni problemi fisici che lo hanno limitato nelle prime partite. Positive anche la prove di Alberto Lazzeri ed Angelo La Sala. L'importante era vincere e la squadra pisana ha raggiunto l'obbiettivo con una certa tranquillità pur in una giornata non particolarmente brillante a dimostrazione della forza e della maturità di questo gruppo. Prossimo impegno per il Cus Pisa in trasferta contro Carrara squadra dotata di grande esperienza con individualità importanti quali Melosi, Tealdi e l'eterno Izio Giusti, vera bandiera del basket toscano.

Cus Pisa Basket

Nessun commento

Powered by Blogger.