Header Ads

Viking, una brutta sconfitta a Castelfiorentno: 104-85


La partita che poteva consegnarci la virtuale qualificazione alla seconda fase finisce nel modo peggiore possibile: sconfitta, differenza canestri ribaltata e aggancio in classifica. Al PalaBetti la Viking incappa nella seconda sconfitta stagionale per mano di una Manetti implacabile, che ha infilato 104 punti nel canestro rossoblù portandosi al secondo posto in classifica. Adesso il girone di ritorno diventa una corrida, i rossoblù non sono più padroni del proprio destino e fare 3 su 3 da qui alla fine potrebbe non bastare. Sotto accusa ancora una volta la difesa, che ha concesso tantissimo agli esterni di casa senza mai riuscire ad arginare la coppia Pucci-Scali, autrice di 65 punti in due. A nulla è servito un Riccardo Romano formato extralusso, che si è caricato la squadra sulle spalle e le ha provate tutte per riaprire la partita. Tutto inutile: adesso c'è solo da mettersi sotto e lavorare per chiudere la prima fase nel miglior modo possibile.ù La gara inizia con un "one man show" di Pucci, che segna da tutte le posizioni e scrive il 12-3 interno dopo 5'. La Viking reagisce con Ingrosso e Tommei (ex di turno) ma alla partita si iscrive anche Scali per la doppia cifra di vantaggio (24-14) e il quarto si chiude con uno scippo di Belli che prima sbaglia la tripla, poi prende il rimbalzo e sulla sirena infila il 28-16 che chiude la prima frazione. Il secondo quarto vede Castelfiorentino volare leggera e la Viking cercare di imporre la propria fisicità, ma è la squadra di casa ad avere la meglio tenuta per mano da Scali e Belli (46-30) e Corbinelli imita il suo capitano segnando anche lui un canestro di scippo sulla sirena del secondo quarto (49-37). Coach Cardelli non è contento e non le manda a dire, inizia a mischiare le carte in difesa ma l'elettroencefalogramma è piatto: ancora un formidabile Pucci con un gioco da tre punti disegna il +21 (67-46), la Viking perde contatto con la partita e si innervosisce. Tommei viene espulso (decisione inspiegabile), Corbinelli è letale dalla lunetta e a metà del terzo quarto Castelfiorentino ha 24 punti di vantaggio (72-48). Coach Cardelli inserisce Martini e vara il quintetto coi bassotti, e quando tutto sembra presagire un naufragio sale in cattedra Riccardo Romano, che inizia a crivellare la retina avversaria in 3 minuti, in piena estasi cestistica; il parziale di 4-16 riporta la Viking a -12 (76-64) ma non è ancora finita. Romano è scatenato, segna otto punti di fila (diventeranno 17 tra il terzo e quarto quarto) e la partita è riaperta: il tabellone segna 76-72 e Montecatini può giocarsela. Proprio nel momento più difficile, Belli e compagni fanno quadrato e reagiscono, trascinati ovviamente da Pucci e Scali: controbreak di 10-3 e partita in cassaforte. Meini segna la tripla del -6 (91-85) con due minuti da giocare e la speranza di mantenere almeno la differenza canestri resta viva. Niente da fare: altro break di 10-0, due palle perse ed una forzature consegnano partita e tutto il resto alla Manetti.
CASTELFIORENTINO - Belli 10, Lazzeri, Daly 12, Scali 33, Pucci 32, Cantini ne, Corbinelli 16, Talluri ne, Buti ne, Tavarez 1, Cicilano, Marrucci ne. All.: Betti.
VIKING - Giuliani ne, Ingrosso 22, Meini 13, Zampa 9, Pellegrini, Martini, Romano 32, Cei A. ne, Manetti 5, Tommei 4, Cei F. ne, Ghiarè ne. All.: Cardelli.
Arbitri: Rinaldi di Livorno, Magazzini di Pontassieve.
Parziali: 28-16, 49-37 (21-21), 76-64 (27-27), 104-85 (28-21)

Viking Montecatiniterme Basketball

Nessun commento

Powered by Blogger.