Header Ads

Bama di scena a Castelfranco di Sotto, dopo lo stop


Periodo complicato per il Bama Altopascio nel prematch di Castelfranco di sotto (diretta facebook ore 18,00 cliccando QUI ),dopo la positività di un proprio atleta il 30 marzo. Il roster superstite, al netto delle defezioni post covid, ha fatto tamponi molecolari mercoledì scorso ma alcune risposte si sono perse nei meandri del web. Il board rosablu si é quindi ispirato ad una massima di Albert Einstein: "Esci dalla confusione, trova la semplicità". Tradotto: annullato, per sicurezza, l'allenamento di venerdì sera. La speranza é quella di poter fare almeno una seduta di tiro nella mattinata di domenica, tanto per ricordarsi come sono fatti pallone e canestro. Riassumendo i ragazzi di coach Giuntoli si recheranno a Castelfranco senza allenamenti nelle gambe da due settimane e con cinque elementi mancanti, con Zerini e Bondì che hanno preferito rinunciare, per motivi di lavoro, a proseguire la stagione. A ciò si aggiunge l'assenza last minute di Arrabito, alle prese con un problema muscolare. In via Marconi é scattato l'allarme e per ora si é corso ai ripari tesserando a tempo di record il giovane Fabio Bianchi (guardia - classe 2000) in uscita dalla Polisportiva Capannori (promozione), nel tentativo di arrivare a 10 elementi. L'intento è quello di provare a rimpinguare la rosa nei prossimi giorni, cosa quasi impossibile ad aprile inoltrato, e, soprattutto, in piena pandemia. Servirà una vera e propria magia. Riguardo al match Castelfranco, allenato dall'esperto e competente coach termale Iacopini, é reduce dall'aver espugnato Pescia alla prima giornata, riposando la seconda, rinviata, per ovvii motivi, contro la Libertas Lucca. Il roster é giovane, combattivo e di buona qualità. Sulla carta dovrebbero spiccare le qualità di Camiciottoli, pretoriano dei biancoverdi, e Barbetta, tiratore mancino, affrontato dagli altopascesi quando militava nella Pallacanestro Empoli. Alla corte di coach Iacopini giostra anche Matteo Mandroni, atleta cresciuto nel vivaio rosablu. Il Bama dovrà stringere i denti ma "cum grano salis, perché occorre anche preservarsi da eventuali infortuni. 15 giorni di stop sono un'eternità, su questo non ci piove. E' anche vero che non piove nemmeno sul fatto che, seppur in emergenza e a ranghi ridotti, il match sia alla portata di Bini Enabulele e soci. Palla a due alle 18,00. Arbitri: Profeti di Rosignano e Signori di Piombino.

Comunicato Bama Altopascio

Nessun commento

Powered by Blogger.