Header Ads

La Vismederi Costone e’ inarrestabile: grande vittoria contro il Cus Pisa


81-69
VISMEDERI COSTONE SIENA: Bruttini 19, Tognazzi 15, Juliatto 9, Ondo Mengue 12, Pinna 11, Ceccarelli 13, Lucas Silveira 2, Panichi, Ricci, Bonelli ne, Ciompi ne, De Martino ne. All. Braccagni
CUS PISA: Fiorindi 4, Italiano 19, lasala 2, Lazzeri An 12, Lazzeri Al. 4, Quarta 14, Benini 6, Siena 6, Giovani 2, Mangoni, Giannelli ne. All. Angiolini
ARBITRI: Luppichini e Giannini
Parziali: 21-20, 39-46, 57-55
Bella impresa quella della Vismederi Costone che con grande slancio supera il Cus Pisa, alla sua 2^ sconfitta consecutiva dopo quella interna con Quarrata, che vale il sorpasso in classifica nei confronti della Mens Sana, ancora ferma a quota 4, con il discorso play-off che si fa sempre più interessante. I ragazzi di coach Francesco Braccagni hanno messo in campo tanto cuore e grinta, vincendo una partita spettacolare, ben giocata su entrambi i fronti. I gialloverdi nell’ultimo quarto hanno trovato la forza giusta per annichilire gli avversari, sotto i colpi vincenti di un indomito Leonardo Ceccarelli che nonostante le condizioni fisiche (in campo per solo 16’) ha trovato l’energia per far emergere la sua squadra, assieme ai vari Bruttini, Tognazzi, Ondo Mengue e Pinna, tutti in doppia cifra. Dopo due frazioni praticamente rette sul filo dell’equilibrio (9-10 al 5’, 32-32 al 15’), con gli ospiti che trovano prima dell’intervallo l’allungo del +5, nella 2^ parte dell’incontro la difesa senese stringe le maglie, ma nonostante ciò Italiano e Quarta trovano conclusioni ficcanti, ben spalleggiati sotto canestro da Andrea Lazzerri. Il parziale di 7-0 tutto di marca gialloverde con cui inizia la 3^ frazione, sembra dare nuova vitalità alla Vismederi (50-48 al 25’), ma i pisani al 28’ sono sempre lì (53-52) fino a che Ceccarelli non inizia il suo show personale dalla linea dei 6,75 con quelle 3 bombe devastanti che ammutoliscono gli universitari. Ma vai a fidarti di Siena e Italiano che da 3 replicano senza batter ciglio, portando il Cus Pisa nuovamente avanti nel punteggio (62-63 al 34’). Sarà questo però l’ultimo vantaggio per gli ospiti che nonostante la zona, devono fare i conti con Bruttini, colpito duro al naso nella 1^ frazione, ma con la vista a posto (4/7 da 3). I suoi canestri, assieme a quelli di Ondo Mengue e di Pinna, che si fa perdonare dopo un rigore sbagliato da sotto, rubando la palla a metà campo e trasformandola in un contropiede vincente (74-67 al 38’), valgono il trionfo finale, suggellato da una difesa a dir poco esemplare che non lascia scampo ai pisani. I COMMENTI DEL DOPO GARA
IL PLAY CECCARELLI:
Dolorante ai bordi del campo, con il ghiaccio alle caviglie, ma estremamente felice per l’esito della gara, il play Leonardo Ceccarelli si concede ugualmente alle interviste del dopo partita: "Sono riuscito a trovare le energie giuste nonostante le mie precarie condizioni fisiche, sapevamo che contro il Cus Pisa sarebbe stata una dura battaglia, loro sono una signora squadra e lo dimostra il tragitto che fin qui hanno fatto. Sono soddisfatto per queste 3 vittorie che ci stanno rilanciando, un po’ meno per le mie condizioni, comunque voglio andare avanti fino alla fine." Coach Francesco Braccagni, nonostante l’eccitazione, rimane con i piedi ben saldi in terra: "Abbiamo fatto un bel salto in avanti in classifica, grazie a questo trittico di vittorie in una Poule A che ci vedeva ai nastri di partenza all’asciutto di punti. Il merito è dei miei ragazzi che hanno messo in campo cuore e cervello, oltre a tanta voglia di vincere. Non abbiamo passato un periodo felice a inizio stagione, anche adesso siamo alle prese con diversi infortunati (Bonelli, Angeli e Falsetti, ndr) e con Ceccarelli a mezzo servizio che ho preservato all’inizio per poi gettarlo nella 2^ parte della gara. Ha dato tutto quello che poteva, risultando determinante, ma questa contro Pisa è stata una vittoria di squadra, dove la difesa nella 3^ e 4^ frazione ha fatto la differenza. Dopo i 46 punti subiti nei primi 20 minuti, abbiamo concesso agli avversari solo 23 punti negli altri due quarti." L’ultima battuta spetta a un Vittorio Tognazzi che si sta sacrificando molto nel ruolo di play per sopperire ai limiti fisici di Ceccarelli: "Lo faccio volentieri e con grande spirito di squadra. Vedo un Costone finalmente padrone del campo! Pisa è una compagine forte, dovevamo offrire una prestazione super e lo abbiamo fatto"

Costone Siena

Nessun commento

Powered by Blogger.