Header Ads Widget

Capolavoro Chiusi a Ravenna! Con la capolista finisce 77-84


Orasì Ravenna – Umana San Giobbe Chiusi 77-84 (15-22; 10-18; 22-24; 30-20)
Ravenna Tilghman 15, Berdini 5, Martini, Cinciarini 16, Gazzotti 5, Arnaldo, Laghi, Denegri 5, Giovannelli, Sullivan 17, Oxilia 6, Simioni 8 Capo All. Lotesoriere Primo Ass. Zambelli
Chiusi Criconia 6, Fratto 7, Musso 11, Biancotto, Medford 14, Pollone 15, Wilson 18, Raffaelli 2, Possamai, Ancellotti 11 Capo All. Bassi Primo Ass. Fabrizi
Arbitri Pazzaglia, Longobucco, Lucotti
Ravenna è la prima a trovare la via del canestro, Chiusi invece non riesce a convertire i tiri costruiti in avvio di gara. Il parziale dice 6-2 con l’appoggio di Musso a inframezzare le realizzazioni dei romagnoli. La San Giobbe con pazienza però ricuce a quota otto grazie a un paio di grandi azioni di Medford, bravo in fase di tiro ma anche di assistenza. Il quarto prosegue con un sostanziale equilibrio, l’Umana produce un grande sforzo in fase difensiva costringendo Ravenna a conclusioni non semplici e in ripiegamento colpisce tornando in parità a quota dodici. Lo strappo dei senesi arriva nella parte finale del periodo, Chiusi ottiene il primo vantaggio che diventa più otto sul 12-20. Non si ferma la San Giobbe, il tabellone dice 12-22. La tripla di Ravenna spezza il parziale di 0-14 e chiude il quarto 15-22. Al rientro i romagnoli schiacciano il piede sull’acceleratore, ma Chiusi tiene e anzi colpisce con due triple consecutive a firma Criconia e Pollone. Molto solida la prestazione della San Giobbe, la difesa continua ad essere un fortino, l’attacco produce e il divario è di undici punti sul 21-32. Una gran tripla di Musso fa salire ai quattordici, il contropiede di Raffaelli a 21-37, Ravenna chiama tempo. Quattro punti ravvicinati dell’Orasì vanno a tamponare la fuga di Chiusi, Ancellotti con l’uno su due in lunetta mette la parola fine al primo tempo sul 25-40. Il terzo quarto si apre con la bomba di Wilson, l’appoggio di Ancellotti vale il più venti. Tripla di Ravenna poi due acuti di Chiusi e il punteggio schizza 28-50. I romagnoli provano a risalire la china con il gioco da tre di Cinciarini, l’atmosfera si scalda per un fallo subito da Wilson contestato dai locali. Ne deriva un tecnico che aggiunto ai due punti del diciannove in maglia rossa riportano Chiusi più venti. Schiacciata di Ancellotti, risposta da oltre l’arco di Ravenna ed è 36-55. Serie di triple consecutive da ambo i lati, il punteggio sale ma il divario resta invariato con la San Giobbe avanti 41-62 a poco meno di due minuti dall’ultimo intervallo. E’ dei romagnoli l’ultimo squillo del periodo, la tripla sulla sirena che porta il tabellone sul 47-64. Quarto periodo, pressione altissima di Ravenna spinta anche dal calorosissimo pubblico. Chiusi alza di nuovo, qualora le avesse mai abbassate, le barricate ma i romagnoli aumentano anche i percentuali di realizzazione. Ritmo altissimo, ma la San Giobbe risponde presente con una monumentale azione finalizzata dalla bomba di Wilson. L’Umana torna avanti di venti con pazienza, filo conduttore di una partita fino a questo momento al limite della perfezione. Parziale di 4-0 per Ravenna, a spezzarlo è la bomba di Pollone a tre esatti dalla fine. Entrambe le squadre ampiamente in bonus e quindi numero altissimo di viaggi in lunetta nel finale. Ne approfitta l’Orasì che con una tripla di Tilghman sale ai meno dodici a poco più di due dalla sirena. Ravenna produce il massimo sforzo e si porta fino al meno otto, la San Giobbe a testa bassa continua a costruire e Wilson con caparbietà mette il tap-in del 68-78 a trenta secondi dalla fine. Tripla di Cinciarini, due su due di Medford, ancora tripla per Ravenna ma Chiusi mette la partita in cassaforte con i due liberi di Wilson. Solo per le statistiche l’ennesima tripla dei romagnoli, Chiusi sbanca il Pala De Andrè 77-84.

San Giobbe Basket

Posta un commento

0 Commenti