Header Ads Widget

Gema travolgente a Quarrata (72-97): decimo successo consecutivo


GEMA DIECI (VITTORIE) E LODE: A QUARRATA VINCE 72-97 E SALE A 20 PUNTI IN CLASSIFICA
(14-28, 33-60, 57-81)
QUARRATA: Zaccariello 2, Biagi 2, Cannone 8, Toppo 12, Rossi 9, Cantrè 2, Riccio 23, Cukaj 5, Vettori 9, Frangioni. All. Valerio.
MONTECATINI: Molteni 13, Ghiarè 15, Marengo 13, Neri 16, Rasio 14, Spagnolli 7, Bruni 12, Konatè 4, Cei, Lai, Leone 3, Zampa ne. All. Del Re.
Arbitri: Biancalana, Cavasin.
QUARRATA Il turno infrasettimanale dell'8 dicembre costituiva un'insidia non da poco per la capolista Gema, reduce da nove vittorie consecutive: Quarrata dal canto suo ne aveva vinte due risalendo a quota 10 (e con un recupero previsto il 15 con Montevarchi). Ne è uscito un derby pistoiese a senso unico, dominato da subito dai rossoblù di Marco Del Re, capace di murare il canestro ai locali nei primi quattro minuti, per la fuga buona sul 3-14. Molto positivo subito Molteni, che ruba palloni e li converte in punti: suo il gioco da tre punti che vale il massimo vantaggio Gema (9-23), impreziosito subito dalla bomba del +17 di Neri. Quarrata ha il primo sussulto con il break di 5-0 tutto firmato dalla propria panchina con Cukaj e Riccio, ma quando Bruni, in campo per Ghiarè indovina la tripla, Gema alza gli occhi ed è già a +21. Ci pensa allora il sempre bravo Emanuele Rossi a piazzare il canestro e fallo che riduce il gap ma poi altre due brutte palle perse dai padroni di casa fruttano 4 punti a Rasio. E' ancora Riccio nella seconda frazione a prendere l'attacco dei suoi sulle spalle, arriva il -17 poi Ghiarè indovina una delle sue triple (saranno cinque alla fine) che unite all'antisportivo a Quarrata consentono alla Gema di volare sul 33-60, complice la tripla di Neri prima della sirena. Le speranze di rimonta di Quarrata muoiono quando Rossi cadendo male dopo un'azione offensiva rimane a terra distrutto dal dolore, in attesa della barella e del successivo viaggio in ospedale: per lui si teme un brutto infortunio al ginocchio, il timore è per il legamento crociato. Il Pala Melo piomba nel silenzio per alcuni minuti drammatici, poi, alla ripresa, ci pensa il neo entrato Vettori, a segnare di 9 punti in pochi minuti. Lui e Riccio consentono ai padroni di casa di vincere la terza frazione (24-21). Gema molla qualcosa dal +24 del 30' e il Consorzio Leonardo Servizi scende per la prima volta da metà secondo periodo sotto i 20 punti di scarto, grazie ancora a Riccio, il migliore dei suoi. A quel punto gli uomini di Del Re piazzano il contro-break di 10-3 che chiude ogni discorso e alla fine spediscono sei uomini in doppia cifra, gli argentini, i soliti Bruni e Neri, più Ghiarè e Molteni. E' la decima vittoria consecutiva, in attesa di sfidare domenica Castelfiorentino nel ritorno al Palaterme (salto a due alle 18) per mantenersi in vetta.

Matteo Baccellini
Ufficio Comunicazione - Gema Montecatini

Posta un commento

0 Commenti