Header Ads Widget

Gema Montecatini – Cantini Lorano Srl Olimpia Legnaia 88 – 57


La Cantini Lorano srl Olimpia Legnaia torna sconfitta dalla trasferta al PalaTerme di Montecatini dove è stata superata 88-57 dalla capolista Gema Montecatini, squadra che, in questa stagione, ha perso solo una gara, per la precisione la prima stagionale, proprio a Legnaia. I rossoblu si sono così presi una bella rivincita nella prima giornata del girone di ritorno.
SERIE C GOLD TOSCANA – 16ª GIORNATA
Sabato 15 Gennaio 2022 @ PalaTerme di Firenze
MONTECATINI BASKETBALL – OLIMPIA LEGNAIA 88-57
(27-8, 48-24, 68-36, 88-57)
MONTECATINI BASKETBALL Marengo 20, Rasio 16, Molteni 10, Neri 6, Ghiarè 2, Spagnolli 13, Bruni 10, Zampa 7, Konate 4, Lai, Leone. Coach: Del Re Ass. Angelucci
CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA Gobbato 14, Del Secco 8, Nikoci 10, Riboli 5, Scampone 3, Nardi 6, Susini 4, Mazzerelli 3, Catalano 2, Mpeck 2, Padoin, Andrei.. Coach:. Zanardo Ass. Armellini e Di Giambattista
Arbitri: Cavasin di Rosignano Marittimo (LI) e Piram di Campiglia Marittima (LI)
Avvio di gara complicato per l’Olimpia Legnaia che vede gli avversari andare a canestro con una certa disinvoltura, colpendo dall’arco con Molteni, Marengo e Rasio. A 5’14” coach Zanardo approfitta del time out per provare a far entrare in partita i suoi ragazzi. Il 15-4 fissato sul tabellone è ancora un risultato recuperabile, sulla carta. Il problema è che l’inerzia della partita continua a essere a favore dei rossoblu per tutto il primo quarto che si chiude con un eloquente 27-8. Nel secondo quarto la manovra offensiva dell’Olimpia appare più decisa e le percentuali al tiro migliorano per Nardi e compagni. E’ proprio Nardi in questa fase a far vedere le cose migliori, suo il canestro del 33-10 a 8’10” dall’intervallo lungo, una bella penetrazione in area con facile appoggio a canestro. Si vede in campo il nuovo arrivato Riboli, a cui è stata assegnata la maglia numero 10. Il classe 2002 si muove bene e fornisce il suo contributo, ma non basta a fermare il gioco dei termali, che allungano con i canestri di Bruni e Spagnolli. Le squadre vanno negli spogliatoi sul 48-24. Nel terzo quarto Montecatini mette a segno altri 20 punti, mettendo in mostra una continuità di gioco insolita per questa categoria. I ragazzi di coach Del Re giocano un basket intenso anche quando la vittoria è ormai per loro già assicurata, finalizzando spesso e volentieri con un Marengo più che ispirato. A metà terzo quarto coach Zanardo mette dentro Scampone e Mpeck, per far rifiatare Nardi e Gobbato. La gara non cambia copione. Notevole comunque il lavoro del coach gialloblu per istruire i due play, Nardi e Scampone, nelle pause delle gara. Importante sottolineare subito gli errori, in modo che non siano ripetuti nelle prossime partite. Quarto quarto senza storia, ma con tanti minuti per chi, fino a quel momento aveva giocato poco. I gialloblu nonostante il grande svantaggio non smettono mai di provarci: ne è testimone la tripla a fil di sirena del 2005 Mazzerelli, che fissa il finale sull’88-57. Legnaia esce dunque senza punti dal campo della capolista ma comunque a testa alta, dopo solo una settimana di allenamenti complice il prolungato stop dettato dal COVID. Ora Legnaia è attesa da un periodo molto impegnativo: sabato 22 in casa contro Valdisieve, mercoledì 26 trasferta a Castelfiorentino e sabato 29 trasferta a Montevarchi.

Olimpia Legnaia Basket Firenze

Posta un commento

0 Commenti