Header Ads Widget

Tanta sofferenza per il Golfo, ma due punti d’oro


Battuta una Cecina mai doma, nonostante i problemi di organico
Un derby molto combattuto, forse più di quanto ci si aspettava, con Cecina che recupera tutti gli effettivi, eccetto Artioli, ma Ragagnin farà solo una fugace apparizione e Sperduto giocherà solo 10’ senza incidere. La prestazione dei gialloblu non è stata brillante come quella contro la Pielle, ma forse l’importanza di questi due punti, ha un po’ appesantito mente e braccia. Partiti molto contratti, ancor più che nel match precedente, in attacco non trovano sbocchi nel pitturato e al tiro, le percentuali sono molto basse, Eliantonio ci mette qualche pezza, convertendo degli errori in canestro, con i suoi rimbalzi offensivi. In difesa, i due lunghi Milojevic e Zanini, contemporaneamente in campo, creano molte difficoltà ai gialloblu, in particolare Milojevic, che sarà un autentico rebus di difficile soluzione per Venucci e compagni, segnerà 13 punti già nel primo quarto. Prima frazione che si chiude sul 16 a 23 per gli ospiti. Cecina tocca il massimo vantaggio ad inizio secondo, con la bomba del più 9 messa a segno da Guerrieri, ma Piombino replica, con medesime tempistiche, la prima fiammata che riaprì lo scontro con la Pielle, con un mini break di 9 a 0 griffato da tre da Venucci, da un piazzato di Persico, da uno slalom di Paolin e da un arresto e tiro di Tognacci. Un più 3 che il Golfo si porta al riposo lungo, 38 a 35. Il secondo quarto scorre con grande equilibrio, nel finale Paolin dalla lunetta e in penetrazione, mette un divario di più 5 sugli avversari, 59 a 54.Nel quarto finale, per due volte Eliantonio porta i suoi sul più 7, ma quando l’inerzia sembra pendere dalla parte dei gialloblu, l’attacco di casa si inceppa. Quattro palle perse e un solo canestro, molto fuori dai giochi, di Mazzantini, consentono ai rossoblu ospiti di risalire. Zanini battezzato dalla difesa gialloblu, mette la bomba che non ti aspetti, per il meno 2 e galvanizzato da questa, va a mettere due canestri da sotto che portano avanti di due Cecina a un minuto e mezzo dalla sirena. Quando uno dei migliori Eliantonio perde palla e Venucci sbaglia il tiro da tre, sembra fatta per la vittoria degli ospiti, che però in attacco, prima sbagliano da tre con lo specialista Pistillo e poi perdono palla con Fioravanti. 35’’ alla fine e forse l’ultima occasione per il Golfo, che stavolta se la gioca bene, con Eliantonio che piazza l’assist per Mazzantini, che dall’angolo spara la bomba del sorpasso, a 18’’ dalla fine, ovvio timeout Cecina. Al ritorno in campo Banchi decide di giocarsela lui, va in penetrazione, ma la difesa dei gialloblu, già in bonus, difende bene costringendo il play ad una soluzione ad alto coefficiente di difficoltà, che non va a buon fine e il rimbalzo difensivo, spegne in pratica i sogni cecinesi. Con poco più di 4’’ alla fine per Piombino non resta che far scorrere il tempo e portare a casa la vittoria, 74 a 72 il finale. Con questa vittoria i gialloblu agganciano Pielle, Firenze, Varese e Libertas in settima posizione.
Solbat Piombino - Sintecnica Cecina 74-72 (16-23, 22-12, 21-19, 15-18)
Solbat Piombino: Francesco Paolin 19 (5/8, 2/5), Saverio Mazzantini 19 (5/8, 2/4), Giacomo Eliantonio 16 (7/12, 0/1), Mattia Venucci 10 (1/5, 2/6), Federico Tognacci 6 (3/6, 0/2), Niccolò Pistolesi 2 (1/1, 0/0), Edoardo Persico 2 (1/3, 0/0), Camillo Bianchi 0 (0/0, 0/1), Edoardo Pedroni 0 (0/0, 0/0), Giovanni Mezzacapo 0 (0/0, 0/0), Filippo Mazzella 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 16 - Rimbalzi: 33 7 + 26 (Francesco Paolin 9) - Assist: 12 (Saverio Mazzantini 4)
Sintecnica Cecina: Bogdan Milojevic 20 (7/12, 0/0), Paolo Zanini 14 (4/9, 2/2), Matteo Fioravanti 14 (4/9, 2/11), Lorenzo Pistillo 8 (0/0, 2/6), Alessandro Banchi 7 (2/5, 0/2), Alessandro Sperduto 4 (0/2, 0/2), Giacomo Guerrieri 3 (0/1, 1/1), Guido Pellegrini 2 (1/1, 0/0), Nikodem Czoska 0 (0/1, 0/0), Giovanni Ragagnin 0 (0/1, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 18 - Rimbalzi: 38 8 + 30 (Lorenzo Pistillo 13) - Assist: 13 (Alessandro Banchi 6)

di Stefanini Stefano

Posta un commento

0 Commenti