Header Ads Widget

Gema cade di un punto a Castelfiorentino (67-66): chiuso un Marzo da 7 turni in 24 giorni


GEMA SI FERMA PER MEZZO CANESTRO A CASTELFIORENTINO: TANTI APPLAUSI PER UN'ALTRA PROVA DI GRANDE CUORE
Parziali: 26-23, 39-40, 54-55
Abc Solettificio Manetti: Belli 15, Pucci 17, Trillò 2, Scali 7, Corbinelli 24, Delli Carri 2, Cicilano, Tavarez, Viviani ne, Lazzeri ne, Cantini ne. All. Betti. Ass. Manetti, Calvani.
Gema Montecatini: Marengo 23, Bruni ne, Zampa 2, Molteni 15, Rinaldi ne, Lai ne, Rasio 16, Neri 4, Cellerini ne, Cei ne, Ghiarè 6. All. Del Re. Ass. Angelucci.
Arbitri: Zanzarella di Siena, Parigi di Firenza.
Cinque vittorie su sette, è il bilancio di un marzo che Gema ha condotto in soli sei uomini per gli infortuni di Bruni e Konate, lo stop di Spagnolli per motivi di studio: è un mese che ha portato le vittorie nel derby al Palaterme, a Siena, a Livorno, e quelle casalinghe con San Giovanni e Quarrata. Vittorie pesanti che avevano fatto dimenticare la sconfitta netta di La Spezia. La ciliegina poteva essere anche il colpaccio a Castelfiorentino, formazione di primissimo piano in piena lotta per il terzo o quarto posto: è sfumata per mezzo canestro (67-66) dopo che Gema era tornata avanti di un punto con Molteni a 29 secondi dalla fine ma era fuggita anche sul +9 nella terza frazione. Ha deciso un canestro di Scali prima dell'ultima azione, a 10 secondi dal termine dopo il time out, in cui Gema ha rinunciato due volte al tiro per poi non arrivare in pratica a effettuarlo (stoppata su Neri). Meriti all'Abc (10 vittorie nelle ultime 12) e applausi per una Gema che ha fatto comunque il massimo, con il neo acquisto Adam Sollazzo rimasto fuori con il tesseramento ancora non del tutto completo. Avvio di gara su ritmi altissimi da entrambe le parti. L’Abc parte porte in difesa e il recupero di Corbinelli lancia Belli in contropiede per il 13-4 che costringe coach Del Re al time out. Le triple di Ghiarè e Marengo ricuciono lo strappo (13-10 a metà frazione) fino al 17-15 di Rasio. Pucci e Belli toccano il nuovo +6, finchè il solito Marengo sulla sirena chiude 26-23. La partita cambia volto nel secondo quarto: Gema prende fiducia con Marengo e Molteni e sale a +5 (26-31), mentre Scali sale a tre falli e poi Cicilano esce per un infortunio a una spalla. Rasio e Marengo tentano il nuovo allungo, ci pensano Pucci e Corbinelli a tenere botta ma è ancora Gema in fuga sul 35-40, prima che il solito Corbinelli segni il canestro del 39-40 dell'intervallo. Al rientro Gema tenta la fuga: Marengo-Ghiarè-Molteni spingono il +9 in un amen (41-50). E' il massimo vantaggio che forse illude Montecatini, ma l’Abc continua a lottare e la difesa a zona dei padroni di casa inizia a oscurare il canestro e le percentuali rossoblu. Pucci si carica sulle spalle i suoi, poi ci pensa capitan Belli a completare l'opera: al 30' è ancora più uno Gema sul 54-55. Castelfiorentino approccia meglio la partenza: si porta subito 59-55 costringendo Del Re a ributtare dentro Marengo dopo un colpo subito alla bocca: subito canestro del capitano per un finale che è punto a punto in mezzo a difese sempre più fisiche e molti errori al tiro, da entrambe le parti. Basket non bello e partita tirata. Si arriva negli ultimi minuti con la tripla di Molteni che fissa il 64 pari, c'è poi un tencico a Rasio dopo un fischio per infrazione di tre secondi in area. Pucci segna dalla lunetta il 65-64, cui risponde Molteni che subisce fallo: 65-66 con 29 secondi sul cronometro. Dopo il time out ottima azione dell'Abc: Pucci trova bene Scali in area per il 67-66. Nuovo timeout, con dieci secondi da giocare: l’ultima azione vede Gema titubante, e il tiro non arriva. Finisce con la gioia di Castelfiorentino e con Gema comunque applaudita dal pubblico arrivato a sostenerla. Finalmente ora una settimana intera per preparare la prossima sfida, con Prato al Palaterme domenica 3 aprile.

Matteo Baccellini
Ufficio Comunicazione - Gema Montecatini

Posta un commento

0 Commenti