Header Ads Widget

La Vismederi Costone doma la Mens Sana e si prende il primato in classifica: finisce 79-66 al Palaorlandi


Era la partita più attesa dal mondo del basket senese. Alla fine, il derby tra Costone e Mens Sana se lo aggiudicano i gialloverdi, dominando per la quasi totalità dell’incontro e legittimando la vittoria finale. Il Costone va in vantaggio fin dai primi minuti e non lo lascia quasi più; vani i tentativi mensanini di riavvicinarsi. Il migliore in campo, ironia della sorte, è stato proprio un ex biancoverde: Ondo Mengue ha trascinato la squadra con 20 punti e 12 rimbalzi. Menzione speciale anche per Niccolò Franceschini, veterano della sfida: il giocatore 37enne si prende le luci della ribalta con tre triple consecutive in un momento delicatissimo della gara. La Vismederi colleziona così la decima vittoria consecutiva e si guadagna il diritto di essere padrona del proprio destino: ad attendere i senesi ci sono ora tre finali. La sfida parte col piede giusto per i padroni di casa: Silveira vince la palla a due e realizza i primi due punti. La gara, sin dalle prime battute, si preannuncia molto fisica con nessun giocatore disposto a tirarsi indietro. Al 4-0 iniziale, rispondono Bovo e Tognazzi, ma Bruttini e Ondo Mengue replicano a loro volta. Proprio Tognazzi realizza i punti dell’8-8, ma è ancora Silveira, col movimento spalle a canestro a realizzare il +2 dei padroni di casa. Nel finale, sono i costoniani a portarsi per la prima volta a due possessi di distanza: Silveira sigla il 15-10 a 4’ dalla fine. Nel finale di quarto, dopo i canestri di Alemann, Benincasa e Tognazzi, è Ondo Mengue a mettere a segno la bomba che chiude la frazione. Nel secondo quarto le squadre provano a serrare i ranghi in difesa: i primi punti arrivano dalla lunetta grazie a Bruttini e Ondo Mengue. Dopo circa 3 minuti è quest’ultimo che realizza l’arresto e tiro che vale il +6. Bruttini mette a segno un’altra bomba, scrivendo sul tabellone 27-20. In questo frangente, Sprugnoli prova a replicare e, dopo aver subito fallo, fa 2/3. Prova a iscriversi alla gara anche Scekic che si conquista tre liberi, ma come Sprugnoli, registra 2/3. La Mens Sana prova a riavvicinarsi con Del Cucina che realizza i punti del 31-26. Dopo i giri in lunetta di Alemann e Mencherini, il segnapunti dice 35-28 con 2’23” sul cronometro. Sul finale di primo tempo Mencherini si conquista due liberi, fa 1/2 e manda le squadre negli spogliatoi sul 38-30. Dopo l’intervallo lungo è Tognazzi che realizza e suona la carica per i suoi che si portano fino al -3. Adesso la Mens Sana prova ad appoggiarsi sotto canestro a Sabia che realizza. A respingere le offensive avversarie sono Mencherini ed il solito Ondo Mengue; proprio quest’ultimo realizza con fallo il +7. Sabia accorcia ancora, ma Mencherini realizza la tripla del nuovo +8 gialloverde. Con 3’23” da giocare Alemann commette fallo a rimbalzo e manda Ondo Mengue a tirare dalla lunetta: il numero 17 fa 1/2, ma Bruttini gli serve l’opportunità di tirare di nuovo e porta il tabellone sul 53-42. Proprio quando il Costone sembra poter controllare la sfida la Mens Sana realizza 6 punti e si rimette in gara. Nel momento di difficoltà è Franceschini che sale in cattedra, realizza tre bombe consecutive mandando in visibilio i tifosi presenti e portando la sfida sul 62-50. A chiudere il quarto è Pannini che da tre manda tutti all’ultimo quarto sul 62-53. Ad inaugurare l’ultimo quarto è la stoppata di Ondo Mengue ai danni di Benincasa che fa tremare il palazzetto. La squadra biancoverde della città ci prova con Sprugnoli ma è proprio lui che realizza un fallo antisportivo ai danni di Angeli che dalla lunetta fa 64-55. Adesso i padroni di casa provano a giocare col cronometro, l’unico vero loro alleato, mentre gli ospiti non riescono a trovare la via del canestro. Con meno di 4’ sul tabellone luminoso Ceccarelli realizza il libero che vale il +10 dei beniamini del PalaOrlandi, dopodiché Bruttini mette a segno il canestro del 67-55. Sprugnoli dalla lunetta fa 2/4 e riporta a 10 i punti di distanza. La Mens Sana si gioca il tutto per tutto cercando tiri veloci e ricorrendo al fallo nella metà campo difensiva. Dalla lunetta Bruttini scrive a 1’20” 71-59. Menconi segna in rapida successione i punti del -8, dopodiché commette fallo su Ceccarelli che stavolta non sbaglia. Con 47” da giocare è Fattorini che vuole riflettere e chiama il time-out, in uscita dal quale è ancora Ondo Mengue a guadagnarsi due tentativi dalla linea della carità, non fallendo. Alla fine, sono gli stessi giocatori della Mens Sana a concedere la vittoria tra gli abbracci dei giocatori ed i sorrisi dei tifosi gialloverdi.
Vismederi Costone – Mens Sana Basketball Academy 79-66
Parziali: 19-18; 38-30; 62-53;
Costone: Ricci n.e., Scekic 4, Tognazzi n.e., Picchi n.e., Ceccarelli 9, Angeli 4, Franceschini 11, Mencherini N. 10, Silveira 7, Bassetti n.e., Ondo Mengue 20, Bruttini L. 14 Allenatore: David Fattorini.
Mens Sana: Monnecchi n.e., Menconi 16, Pannini 5, Iozzi 1, Sprugnoli 9, Benincasa 2, Allemann 9, Milano, Del Cucina 6, Sabia 7, Bovo 2, Tognazzi 9. Allenatore: Pierfrancesco Binella.
Arbitri: Rinaldi, Buoncristiani.

Costone Siena

Posta un commento

0 Commenti