Header Ads Widget

Gara 1 delle finali di C Gold: Gema pronta al primo derby della serie


HERONS-GEMA, ECCO GARA 1 DOMENICA SERA ALLE 20,30
DEL RE: "UNA BELLA SERIE CHE MOLTI VORREBBERO GIOCARE"
Gara 1 è ormai alle porte. Si gioca domenica alle 20,30 con Herons in casa e Gema fuori: così dice il calendario (stessa cosa accadrà mercoledì sera in gara2, ma stavolta a San Miniato per indisponibilità del Palaterme), sulla base del primo e del secondo posto in stagione regolare delle due squadre che hanno dominato il campionato. Una sola, la vincitrice di tre partite su cinque, andrà in serie B, come è noto. È il derby che tutti aspettavano dall'inizio della stagione. "Da parte dei tifosi sicuramente c'è grande elettricità nell'aria, come è normale, ma anche da parte nostra c'è voglia di iniziare e penso sia così per quanto riguarda i nostri avversari - commenta il coach della Gema, Marco Del Re - Una sfida che sarà giocata di fronte a una cornice di pubblico importante, domenica sera, e questo aumenta sì la pressione ma rende tutto anche molto più bello". Gema è riuscita a rimettere in condizione Di Bonaventura, grazie al lavoro dello staff medico, dopo che era rimasto bloccato dai problemi alla schiena a Prato, e quindi sarà al completo (mai accaduto nei due derby stagionali fin qui) e con una buona settimana di lavoro alle spalle, sia fisicamente che da un punto di vista tecnico-tattico. "Sappiamo bene come giocano le squadre di Barsotti, è un basket diverso dal solito, intenso e fisico per tutti i 40 minuti, hanno rotazioni lunghe e sono pericolosi. Per questo dovremo approcciare bene il match con concentrazione, ma in fondo quello che chiedo non è altro che giocare, senza ansia né timore, ma con grande voglia di fare la nostra pallacanestro. Sarà una serie decisiva per la promozione, una di quelle che molti giocatori vorrebbero giocare e che altrettanti in carriera non arrivano magari a fare. Dobbiamo sentirci per questo orgogliosi di esserci e avere in campo il giusto spirito". Idee chiare anche su entrambi i lati del campo per l'allenatore rossoblu. "Sarà importante cominciare da un lavoro difensivo che tolga loro un po' di certezze, sin da gara1, e giocare poi il nostro basket in attacco, leggendo le situazioni tattiche che si verificheranno in base alle loro scelte difensive - conclude Del Re - Dovremo anche saper gestire la parte fisica dei contatti: servirà forza e presenza mentale perché sarà una serie lunga con partite sempre combattute. Ma come dico sempre...da affrontare una alla volta, resettando tutto a fine gara".

Matteo Baccellini
Comunicazione - Gema Montecatini

Posta un commento

0 Commenti