Header Ads Widget

ASD Valdisieve-Pallacanestro Prato 62-104


Una Valdisieve in nettà difficoltà, oltre che per le assenze anche da un punto di vista mentale, viene travolta in casa dalla forte formazione di Prato. Senza Forzieri, Bartolozzi, Bianchi e Claudio Piccini, e con Corradossi solo parzialmente recuperato, la resistenza della squadra di Pescioli è durata fino a fine primo quarto, poi è stato un lungo monologo degli ospiti con i biancoverdi che si sono sciolti senza reagire, seppur nella situazione di emergenza; come ha giustamente detto coach Pescioli, c'è modo e modo di stare in campo e modo e modo di perdere, le assenze e il periodo difficile non possono giustificare una prestazione così povera da un punto di vista motivazionale, caratteriale, mentale. Urge un cambio di atteggiamento ed occorre ritrovare la spinta motivazionale e l'agonismo visto nelle prime partite, a cominciare dalla prossima gara. Dopo un sostanziale equilibrio per i primi 9 minuti (17-18), Prato prende il controllo della gara avendo vita fin troppo facile sulla insufficiente difesa biancoverde, disattenta nelle rotazioni e poco reattiva nell'uno contro uno; l'attacco della Valdisieve non va molto meglio, con la palla che gira lenta e con scelte di tiro rivedibili. Il primo tempo termina sul 39 a 55 per gli ospiti. La ripresa si apre con 4 bombe consecutive della formazione ospite che ormai vede il canestro come una vasca da bagno (42-67 al 22°), per i biancoverdi invece è notte fonda fino alla sirena finale. Ricompattarsi e ritrovarsi, ora e subito. Forza Valdisieve!
ASD Valdisieve - Pallacanestro Prato 62-104
Valdisieve: Maltomini A. 7, Bartolozzi ne, Piccini 3, Maltomini G. 18, Occhini 8, Morandi 2, Corradossi 1, Pilli 2, Valletti 2, Sarti N., Sarti T. 4, Municchi 15. Allenatore: Pescioli
Prato: Manfredini 9, Danesi 5, Mercogliano, Magni 12, Staino 7, Navicelli 11, Ndoye, Smecca 6, Salvadori 18, Pacini 25, Mascagni 11. Allenatore: Pinelli
Arbitri: Cirinei e Signori
Parziali: 18-24, 39-55, 50-88, 62-104.

ASD Valdisieve

Posta un commento

0 Commenti