Header Ads Widget

Il Bama si ispira a Stephen King e supera 88 a 82 il Costone Siena dopo 1 overtime


COSTONE SIENA 82
BAMA ALTOPASCIO 88 (dopo 1 t.s.)
(25-18; 37-33; 53-50; 70-70)
COSTONE: Ricci 11, Juliatto 4, Picchi, Ceccarelli ne, Angeli 4, Banchi 25, Pisoni 4, Silveira ne, Ondo Mengue 13, Bruttini L. 19, Speri ne, Caroni 2. All. Ricci
BAMA: Creati F. 25, Ghiarè ne, Biondi ne, Bini 14, Creati M. 3, Tarzan ne, Salazar 8, Mandroni ne, Lorenzi 7, Arrabito, Nannipieri 9, Mencherini 22. All. Pistolesi
Il Bama si ispira a Stephen King e conquista due punti thrilling a Siena. Una bella vittoria, che consente ai rosablu di salire al decimo posto in classifica, contro una squadra con assenze per infortuni ma comunque sia costruita con un budget consono a ben altri obiettivi. Per onor di cronaca anche il Bama si è presentato con Salazar, mai allenatosi per ginocchio malandato ed in versione Enrico Toti, e Filippo Creati alle prese con una borsite (anche lui fermo in settimana). I rosablu hanno avuto il grande merito di non mollare mai di testa, inseguendo per buona parte dell’incontro con gap anche vicini alla doppia cifra (35-26 e 46-37), trovando a turno il protagonista per rientrare a pieno titolo nel match. Così è stato nel primo periodo con Banchi a colpire da ben oltre l’arco con tre triple, coadiuvato dal solito Bruttini, esiziale in arresto e tiro. 25-18 sulla prima sirena e Costone che sembra in controllo del match. Il Bama tiene in difesa ma fatica un pò troppo in attacco. Mencherini (ottima prova) e Bini consentono di non sprofondare, Creati e Lorenzi accorciano all’intervallo (37-33). Terza frazione e i senesi colpiscono in contropiede ad ogni errore rosablu, portandosi sul 46-37. Il Bama barcolla ma non molla: 5 punti in serie di un Filippo Creati molto ispirato, poi una tripla di Mencherini e Lorenzi sanciscono il pareggio (48-48). Rosablu ancor più bravi a non cedere mentalmente quando la coppia arbitrale convalida la tripla di Lorenzi del nuovo pareggio (53-53) sulla sirena del terzo periodo. Ma al momento del rientro in campo il canestro viene annullato dopo un lungo conciliabolo col tavolo, senza argomenti oggettivi, nonostante le proteste altopascesi (53-50). Ultimi 10’: pronti via e Banchi piazza il + 6 (56-50). Potrebbe essere un macigno psicologico per il Bama ma invece si rivela un sassolino di fiume. Una nuova tripla di Mencherini dà il -1 (56-55), poi due liberi di Salazar sanciscono il sorpasso (56-57). Si prosegue in equilibrio ma tutto sembra finire quando Bruttini porta il Costone a +4 (70-66) a 1’24” dalla sirena. Attacco Bama e proteste veementi costoniane per una rimessa contestata. Tecnico alla panchina senese: Mencherini realizza il libero (70-67), poi Creati dall’angolo converte una tripla incredibile per il 70-70. Ultimi secondi con un nulla di fatto: overtime. Il Costone parte bene ma prima “Fly” Nannipieri brucia due volte il proprio avversario andando al ferro (anzi sopra) per due comodi lay up, poi Filippo Creati colpisce ancora dall’angolo dietro l’arco dei 3 punti (76-80). Risponde il solito Banchi (79-80) dai 6,75 ma nell’azione successiva Bini Enabulele è glaciale dalla lunetta (79-82 a -59”). Bruttini accorcia con un libero (80-82), rimbalzo senese ma Mencherini ruba palla e conclude in acrobazia carpiata per il +4 a -39’’ (80-84). Ondo Mengue non ci sta (82-84) ma il tempo stringe (-20”). Ancora Mencherini si invola in contropiede e subisce un fallo antisportivo. 2 su 2 (82-86) della guardia rosablu a -13’’. Match in frigo.

BAMA ALTOPASCIO

Posta un commento

0 Commenti