Header Ads Widget

Il Basket Le Mura Lucca ritrova il sorriso: superata Brixia nello scontro diretto 60-48


Gesam Gas e Luce Lucca: Cappellotto ne, Treffers 10, Natali 15, Tulonen 2, Parmesani 3, Bocchetti 5, Miccoli 8, Gilli 5, Frustaci e Morrison 10 Allenatore: Luca Andreoli
Rmb Brixia Basket: Johnson 16, Tomasoni 9, Molnar 11, De Cristofaro, Tempia ne, Pinardi 2, Scarsi, Crudo 2, Scalvini ne, Rainis, Vente 8 e McCray Allenatore: Stefano Zanardi
Arbitri: Valerio Salustri, Lorenzo Grazia e Francesco Praticò
Punteggio: 60-48(17-12, 33-20 e 47-35)
Nella serata più importante, il Basket Le Mura Lucca non fallisce l’appuntamento con la seconda vittoria stagionale. Capitan Miccoli e compagne si impongono per 60-48 ai danni della Rmb Brixia Basket al termine di un confronto dal punteggio basso, ma godibile dal punto di vista dell’intensità. Poco conta, se sul piano del gioco non è stato replicata la brillante prova sfoggiata sette giorni fa contro Ragusa: oggi contava solo vincere. Positivo l’apporto, seppur a corrente alternata, del duo Treffers (doppia doppia per lei con 10 punti e 12 rimbalzi)-Morrison (10 punti e cinque assist), così come la freddezza di Gilli e Natali (15 punti) nei momenti topici della gara. Andranno migliorati, come ricordato da Luca Andreoli nel post match, la gestione dei rimbalzi offensivi e la circolazione di palla nella metà campo ospite, inceppatasi dopo due quarti incoraggianti. A Brescia non sono bastate le prove maiuscole di Johnson e Lorena Molnar (11 punti e otto rimbalzi). Le leonesse restano così all’ultimo posto in coabitazione con San Giovanni Valdarno mentre Lucca aggancia a quota quattro Crema. Le biancorosse partono con Treffers, Miccoli, Parmesani, Morrison e Natali. Brescia, priva della sua stellina Carlotta Zanardi, risponde con Vente, Molnar, Johnson, Tomasoni e Rainis. L’importanza della posta in palio condiziona la concretezza dei rispettivi attacchi. Dopo i primi tre minuti il tabellone del PalaTagliate recita 4-3 per Lucca. La tripla di Ramona Tomasoni consegna alle lombarde quello che sarà l’ultimo vantaggio di serata. Treffers, un fattore anche a rimbalzo, impatta con un bel movimento sotto le plance. In tandem con Morrison la lunga olandese trova maniera di scavare il primo solco tra le contendenti. La conclusione vincente dall’arco della play statunitense vale il 17-12 con cui si chiude il primo quarto. Anche nei successivi dieci minuti Brixia, con Sara Crudo che deve ancora ritrovare il ritmo partita, affida le sue speranze offensive alle lunghe Vente e Molnar, con il pivot croato limitato dal numero di falli, già tre, raggiunto neanche a metà partita. L’aggressività di Lucca si combina con una rapida circolazione della palla, prerogativa pesante per aprire spazio alle tiratrici locali. I piazzati di Morrison e Tulonen fanno schizzare sul +9 il vantaggio del Basket Le Mura: a metterci una toppa ci prova Johnson, con la tripla del 23-17 . Con la stessa arma si iscrive a referto, dalla parte opposta, anche Sara Bocchetti. Sul 31-17 Lucca appare in controllo della situazione ma la seconda tripla di Johnson induce Andreoli, onde evitare il replay di quei blackout mentali andati in scena troppe volte, a chiamare un time-out con 1’42’’ ancora sul cronometro. Messaggio recepito dalle biancorosse che vanno all’intervallo lungo sul 33-20. Eloquente la differenza realizzativa tra Lucca e Brescia: le biancorosse tirano con il 37%, le lombarde con il 19%. Al rientro sul parquet coach Stefano Zanardi chiede alle sue giocatrici di alzare i giri del proprio motore difensivo, tentando la strada di un pressing a tutto campo che verrà estremizzato, in quel caso con risultati migliori, nel quarto finale. La prima tripla della serata di Giulia Natali e una fuga verso canestro di Francesca Parmesani fanno volare Lucca sul 40-24 per il serata vantaggio di serata. Attimi di paura per un brutto colpo alla testa subito da Ramona Tomasoni: qualche minuto in panchina poi la giovane guardia bresciana sarà una delle protagoniste del quarto finale. Due canestri consecutivi di Brooke Johnson (16 punti) rianimano le ospiti che, però, sono costrette a incassare il quarto fallo di una pedina fondamentale con Molnar. Nel momento più difficile per l’attacco lucchese, Caterina Gilli si inventa un canestro d’alta scuola per il 47-31. Nel quarto quarto a Lucca, reduce nove sconfitta consecutive, spunta il “braccino” della tennista. L’attacco della squadra di Andreoli si inceppa e Brescia, feroce nella pressione, tenta la strada di una rimonta che avrebbe del clamoroso con due triple targate Tomasoni. Sul 50-42, prima che ricompaiano vecchi fantasmi, una tripla di Gilli e poi uno spunto personale di Morrison fanno calare i titoli di coda al PalaTagliate. Mercoledì le biancorosse saranno attesa dalla delicata trasferta di Faenza, al cospetto di una formazione che le precede di due punti in classifica e reduce dal blitz di Crema.

Basket Le Mura Lucca

Posta un commento

0 Commenti