Header Ads Widget

Agliana – Cantini Lorano Srl Olimpia Legnaia 51 – 79


La Cantini Lorano s.r.l. Olimpia Legnaia riparte nel migliore dei modi in campionato costruendo la propria vittoria fuori casa nel terzo quarto. I giallo-blu raccolgono i cocci dopo la sconfitta in finale di Coppa Toscana C con il bel gioco espresso contro Pallacanestro Agliana 2000 al PalaCapitini.
SERIE C GOLD – PRIMA FASE – 14º GIORNATA
Domenica 8 Gennaio 2023 @ PalaFilarete
AGLIANA-OLIMPIA LEGNAIA 51-79
(12-20, 27-39, 36-66, 51-79)
PALLACANESTRO AGLIANA 2000 Bruno Ceriglio 14, Nieri 11, Bonistalli 7, Cinalli 5, Zita 4, Nesi 6, Razzoli 2, Tuci 2, Bibaj, Cannone, Mucci ne. Coach: Mannelli Ass. Mannucci
CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA Sakellariou 24, Scampone 8, Merlo 3, Del Secco 2, Nikoci 2, Catalano 14, Radchenko 14, Baldasseroni 4, Leoni 4, Baldinotti 2, Riboli 2, Pracchia ne.Coach: Zanardo Ass. Armellini e Caimi
Parziali: 12-20, 27-39, 36-66, 51-79.
Arbitri: Posarelli di Grosseto e Sposito di Livorno
È Sakellariou a mettere il primo centro dell’anno in campionato per Legnaia dopo una buona azione condotta in velocità, aprendo le danze del primo quarto. Frazione nella quale entrambe le compagini non hanno paura di osare ed arrivano spesso sotto canestro con un buon ritmo. Testimoni sono le azioni concluse dello stesso numero 13 giallo-blu che fanno da contraltare ai due canestri di Bonistalli. A spezzare gli equilibri ci pensano sul finale due subentrati della squadra ospite: Radchenko e Catalano. Il primo si esalta con due triple mentre il secondo è letale in ripartenza approfittando di una retroguardia non precisa a chiuderlo. Il break finale legnaiolo vale il punteggio di 12 a 20. Dopo un avvio timido di secondo quarto, si sblocca nuovamente il punteggio con un’azione di Radchenko, intelligente a conquistarsi il suo primo viaggio dalla lunetta ed a sfruttato a pieno. La penetrazione di Baldasseroni, indisturbato al tiro, porta i suoi sul +14 dopo un mini break di 4-0 in favore dei padroni di casa. Dall’arco, prova a riaccendere una miccia per Agliana Cinalli, tuttavia, dall’altro fronte, le percentuali da tre di uno straordinario Sakellariou, sono esiziali: il tiratore giallo-blu manda a riposo i suoi con un margine adesso considerevole di 27-39. Nel secondo tempo, Del Secco e compagni mettono le tende nella metà campo avversaria dominando sia al livello difensivo che a livello di manovra offensiva. Scampone penetra ed appoggia a canestro in un modo fin troppo facile e, poco dopo, il compagno di squadra Merlo, concretizza un possesso con un long two, venendo però lasciato completamente solo. Senza marcatura vengono spesso lasciati anche i tiratori aglianesi che però non sono altrettanto precisi. A rimbalzo giganteggia Nikoci che è una sentenza sotto il proprio canestro ma, allo stesso tempo, è letale in attacco con un semigancio che vale il 48-27. Da qui in poi la mira dei legnaioli dalla distanza è quasi infallibile: ben 7 triple vengono messe a referto (tra cui quattro da parte del solito Sakellariou) che permettono agli ospiti di doppiare gli avversari. Il Capitano di Agliana, Nieri, prova a rendere il parziale meno amaro realizzando la tripla che conclude la terza frazione sul 36-66. La palla gira bene, ottimi fraseggi testimoniano la supremazia dei legnaioli che giocano quasi in surplace senza mai forzare la giocata ed arrivando comunque ad incidere anche negli ultimi dieci minuti. L’allenatore nero-verde chiama a rapporto i suoi cercando di trovare la soluzione per emergere dall’apnea ma già dai successivi possessi si percepisce come la partita sia incanalata su dei binari ben precisi. Riboli mette a referto due liberi ma è la prima gioia personale del giovane Leoni, a segno con una tripla a rubare la scena negli ultimi minuti. Il match si conclude sul totale di 51-79 con le conferme di un gruppo condotto da parte di coach Zanardo che ha reagito bene dopo la sconfitta in Finale di Coppa Toscana C.

Olimpia Legnaia Basket Firenze

Posta un commento

0 Commenti