Header Ads Widget

Fra Piombino e Legnano c’è Gallarate


Ai gialloblu il campionato chiede ancora una prova di orgoglio
Partita molto importante per la classifica, perché battendo Gallarate, Piombino metterebbe il nono posto a 8 punti di distacco. Così facendo, porrebbe una seria ipoteca, sulla base minima nella scala degli obiettivi di questo campionato, ovvero un posto fra le otto. Posizione che darebbe, almeno, la possibilità di giocare lo spareggio per la B d’eccellenza col vantaggio del fattore campo. Ma l’importanza di questo match va oltre questa considerazione, perché è l’anticamera del big match contro Legnano. Una partita che molto probabilmente peserà nell’economia del campionato e alla quale i gialloblu devono cercare di arrivare con gli attuali due punti di vantaggio, per non dare ai cavalieri il doppio vantaggio, della classifica e dello scontro diretto, visto il meno 19 subito all’andata. Ma come ogni partita di questo campionato, anche quella contro Gallarate presenta molte difficoltà. La compagine varesina si caratterizza per una buonissima difesa capace di cambiare spesso durante la gara e grazie a questa è stata capace di battere la capolista Vigevano. In particolare contro i ducali, mise in atto a lungo una zona che sfruttò la giornata negativa dei forti tiratori locali, negando a Vigevano le soluzioni dal pitturato. I tiratori del Golfo quindi dovranno avere le mani calde, per costringere la difesa lombarda ad aprirsi e concedere anche spazi sotto canestro. Vigevano ha un roster lungo e con molte buone individualità, Hidalgo avversario di quasi tutte le stagioni piombinesi in B, elemento che può fare tutto nel bene e nel male, De Bettin play iper dinamico ed esperto, così come il centro Antonelli, attenzione al cecchino Passerini, ma anche a giovani di qualità, come Filippi e Gravaghi. I gialloblu, anche in questa partita dovranno fare i conti ancora una volta con l’infermeria, su tutti l’infortunio di De Zardo, in attesa di un sostituto e però purtroppo non è il solo problema, ma il team di coach Cagnazzo non si è mai pianto addosso e anzi ha sempre reagito a tutte le situazioni negative presentatesi in corso d’opera e siamo certi che anche contro Gallarate, la musica non cambierà. De Bettin e i suoi, hanno sfruttato molto il loro fattore campo e la spinta della loro tifoseria, ma stavolta questo fattore sarà tutto dalla parte di Piombino e il caldo ambiente del Palatenda, è sempre stato fattore importante, per sospingere alla vittoria capitan Bianchi e compagni. Si gioca domenica alle ore 18.00, arbitrano i signori Berger Federico e Gai Daniele di Roma.

Basket Golfo Piombino

Posta un commento

0 Commenti