Header Ads Widget

Il derby è nostro


Una serata magica per i ragazzi di Mannelli, un derby caratterizzato da una straordinaria intensità di Agliana, da una prova di carattere di tutto il roster, e da un magic Nieri decisivo nell’ultimo quarto con delle triple “folli” che hanno mandato k.o i mobilieri. I ragazzi di coach Mannelli espugnano il PalaMelo 65-78 grazie anche ad un ultimo periodo eccezionale in cui i neroverdi hanno messo a referto uno strepitoso parziale di 18-0. Decisiva la netta differenza sotto canestro, dove i lunghi sono stati semplicemente perfetti.
CRONACA
I padroni di casa partono col piede giusto con due triple messe a canestro in successione, triple che lasceranno in partita la Dany per 2 tempini. La risposta di Agliana però non si fa attendere. I neroverdi mettono la freccia e a metà quarto si trovano avanti per 9-12 grazie a uno scatenato Zita. Quarrata cerca di restare attaccata ma Agliana, subendo il gioco ospite ma mantenendo una percentuale alta al tiro. La prima parte del secondo quarto apre il sipario con lo stesso copione del primo. Gli ospiti comandano e i locali inseguono. Le due formazioni si rispondono colpo su colpo, il match è piacevole ed equilibrato. Arrivati a metà frazione Agliana guida ancora con un possesso pieno di vantaggio ma da qui in poi cambia la corrente. Troppi errori da 3, solo a Tommei riesce una tripla, Quarrata ne mette dentro sei. Ecco il sorpasso, 44/42 Il terzo quarto si apre con 4 punti in fila di Tommei. Una bomba di Nieri, da questo momento imprendibile, che permette ad Agliana di volare al massimo vantaggio di +8, giunti al 4′ di gioco. Quarrata cerca di riaccorciare ancora con le bombe da 3. Bruno è padrone delle plance, il suo rimbalzo offensivo con appoggio riporta Agliana di nuovo a +7 a 3 giri di orologio dalla sirena. Quarrata fatica a costruire in attacco e nonostante i minuti di confusione finali, Agliana mantiene 5 lunghezze di vantaggio: è 53-58. L’incipit del quarto periodo è tutto di marca Quarrata. Prima il canestro di Federico Regoli, poi l’antisportivo con tanto di espulsione a Tommei, che permette ai padroni di casa di tornare a -1 sul 57-58. Qui esce l’esperienza di coach Mannelli, la grinta di Agliana e un super capitan Nieri, accompagnato da energia pura Nesi. Arriva lo strappo decisivo: a metà ultima frazione, Agliana guida già di 14 punti, sul 57-71. A chiudere definitivamente la contesa a 3 minuti e mezzo dalla fine è appunto l’Mvp Nieri che con due bombe dal peso specifico enorme, porta +21 Endiasfalti. Un parziale di 18-0 che taglia le gambe a Quarrata, capace soltanto di limare lo svantaggio nel 65-78 finale. L’abbraccio di tutto il gruppo a fine partita, vale più di mille parole. Capitan Nieri: “È stata la vittoria del gruppo, ogni giocatore sceso in campo ha portato alla causa qualcosa: un rimbalzo, una palla rubata, pressione, punti. Volevamo dimostrare che non eravamo quelli scesi in campo con Legnaia - commenta il capitano -, lo abbiamo dimostrato sia da un punto di vista tattico sia da quello dell’intensità. È una vittoria dal cuore neroverde. Siamo stati bravi a concentrarci soprattutto su noi stessi, a mantenere la calma nei momenti di nervosismo, ad essere lucidi quando abbiamo creato molto ma sbagliavamo sotto canestro e siamo stati eccezionali nel terzo e quarto tempino in difesa. È un successo che ci deve dare fiducia anche per il futuro”.
IL TABELLINO
Dany Basket Quarrata – Endiasfalti Agliana 65-78 (22-25, 44-42, 53-58)
Quarrata: Zucconi, Balducci 11, Cantrè, Falaschi 9, Rossi 3, Fed. Regoli 5, Frati, Riccio 13, Frangioni, Calugi 5, Fran. Regoli 13. All. Tonfoni
Agliana: Nesi 6, Zita 10, Bruno Ceriglio 16, Cinalli 5, Bibaj, Razzoli 5, Nieri 19, Tuci 6, Bonistalli, Mucci, Cannone, Tommei 11. All. Mannelli.

Lorenzo Mossani

Posta un commento

0 Commenti